‘SPARTIZIONE’ NELLA SANITÀ, MAURO PIAZZA DIFENDE L’SMS AI SINDACI: “COMPETENZA E CONTINUITÀ”



Gentile Direttore,
mauro piazzami segnalano che sul suo giornale on line è apparso il testo di un sms che ho inviato ad alcuni Sindaci del nostro territorio.
Poteva tranquillamente indicare che fosse a mia firma, poiché ho l’abitudine di mettere sempre la faccia in ciò che faccio.
In merito al vostro commento, mi permetto di segnalare che non si tratta di alcuna spartizione di poltrone e lottizzazione senza il coinvolgimento dei cittadini. Gli organismi socio-sanitari (Distretto e Ambiti) previsti dalla recente riforma sanitaria lombarda si dotano di cariche ricoperte da amministratori locali che vengono eletti dai Sindaci (non dai cittadini).
Mi sono fatto carico, con molte riunioni e molte telefonate, di coordinare alcuni Sindaci affinché dentro questi organismi vi fosse una rappresentanza che non fosse di una sola parte politica e che esprimesse un certo equilibrio territoriale.
Quanto ai nomi emersi, si è seguito un criterio di competenza e di continuità (ovvero persone che già ricoprivano cariche analoghe negli organismi pre-riforma), proprio in considerazione della delicatezza delle materie.
Il confronto con il centro-sinistra è avvenuto alla luce del sole, su iniziativa di Marco Panzeri del PD (che ringrazio) ed è stato rivolto a tutte le forze politiche (anche se altre hanno prima confermato la presenza e poi declinato l’invito – cosa che mi è dispiaciuta perché più sono ampi il coinvolgimento e la condivisione delle responsabilità e meglio è per il territorio).
Ricordo inoltre che non stiamo parlando di alcuna “poltrona”: sono questi ruoli di servizio non retribuiti, che comportano molti più oneri che onori. E in questo senso mai mi stancherò di ringraziare coloro che si dedicano a questi temi. Non c’è nessun “potere” da maneggiare, basterebbe conoscere cosa fanno, affiancarli in qualche riunione, per evitare di “buttarla in politica”.
È questo un lavoro di coordinamento che mi costa molto tempo e che svolgo perché lo ritengo utile, pur senza alcun tipo di ritorno politico. Lavoro che in genere viene apprezzato dai Sindaci con cui lo condivido nei termini del servizio al territorio.
Se il mio sms fosse stato diffuso da qualcuno manifestando disagio o lamentela ne sarei profondamente amareggiato, poiché ho sempre preferenza per le cose dette in faccia piuttosto che per i mugugni alle spalle. E infine se qualcuno, anche uno solo, trovasse questo mio lavoro inopportuno o mal condotto non esiterei un secondo ad interrompere ogni tipo di iniziativa come questa o simile a questa.

Quindi: nessuna decisione preconfezionata, ma nomi noti, con esperienza e condivisi. E ho voluto scrivere della loro “disponibilità” proprio nel massimo rispetto della totale libertà dei Sindaci di valutare pure altro, anche all’ultimo.

Quanto alla diminuzione da 5 a 2 membri per gli Ambiti, anche io non sono un convinto sostenitore di questa scelta, ma già stiamo valutando la possibilità di un coinvolgimento allargato che ricalchi informalmente la struttura precedente, proprio per la natura gratuita e volontaristica di queste cariche.

Chiudo con la Valsassina. Non credo sia corretto dire che non sia rappresentata. Se i Sindaci designeranno Nando De Giambattista avranno scelto una persona di grande competenza che ben conosce le peculiarità della Valle, essendo già stato assessore della Comunità Montana ai servizi sociali.
Rimango dell’idea che contino sempre più i fatti delle polemiche e delle lamentele. In molti davano la Valsassina come la “Cenerentola” della nuova ATS Lecco/Monza quando giravo il territorio per convincere gli amministratori a non abbandonare Lecco in favore di Sondrio. Oggi che il primo PRESST della Regione è stato aperto ad Introbio sento molti riconoscere che quel pericolo è stato sventato.

Ci vuole fiducia a volte. Tanto poi c’è sempre il voto per togliercela.

Mauro Piazza

RISPONDE IL DIRETTORE
Piazza rivendica l’intervento “sui” sindaci. Crediamo che dal punto di vista giornalistico (ovvero di messa a disposizione dei lettori), nel caso del nostro articolo si sia trattato di un’operazione importante e originale, perché il cittadino comune – quello che non vota direttamente i rappresentanti nella sanità pubblica, come riconosce lo stesso Piazza – non sa e non vede come le forze politiche si spartiscono tali poltrone. Gli fa onore esporsi, nonché condividere il disagio per la diminuzione da 5 a 2 membri per gli Ambiti; gliene diamo atto pur rimanendo dell’idea che termini come “spartizione” e “lottizzazione” appaiano terribilmente adeguati per descrivere gli accordi con Marco Panzeri del PD da parte di un esponente di Ncd/Lombardia Popolare.
S. T.

..




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COPRIFUOCO CONTRO IL COVID: SEI D'ACCORDO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031