21/12/2014 - 09:26

I Re Magi arrivano a Barzio - Clicca qui per INFO Confartigianato - Clicca qui per INFO

Storia del Coro Nives di Premana,
sabato in trasferta in Val'dIntelvi

Scritto da: Diego Invernizzi - 12/10/2010

Storia del Coro Nives di Premana,<br> sabato in trasferta in Val'dIntelviUna lunghissima storia di voci, canti e passioni che negli anni ha saputo resistere alle difficoltà incontrate sul suo percorso lungo più di mezzo secolo: il coro Nives di Premana è un altro bell'esempio della collaborazione e dello spirito di unione tipico dei premanesi, una mentalità che ha saputo a volte adattarsi per riuscire a sopravvivere senza dimenticare le proprie radici ed obietivi.

Il coro Nives si esibisce spesso per associazioni onlus, la prossima uscita del coro avverrà a Schignano in Val d'Intelvi in una serata organizzata dall'associazione Anffas onlus. Tradizione tipica di Premana, il canto popolare, soprattutto corale, rappresenta agli inizi degli anni '50 dello scorso secolo, anni di speranza e di rinascita, un modo concreto e probabilmente unico di esprimere la vitalità giovanile e l'entusiasmo per la vita.

Non passa molto tempo prima che questa passione riunisca gli amici (i Fondatori) in un primo tentativo di gruppo organizzato, che grazie alla conoscenza della musica di uno, alla casa messa a disposizione da un altro, alla capacità di dirigere di un terzo e al buon orecchio di tutti, si lanciano nel tentativo di imitare cori già affermati (quello della S.A.T. in primis) con la speranza di emularne i successi.

Dopo qualche esibizione in paese (incredibilmente trasmesse alla televisione con un circuito interno a Premana a scopo promozionale, per quel mezzo allora innovativo) il gruppo ha la possibilità di cantare per la prima volta a Dervio, alla Festa dei Lavoratori.

Tribolati alcuni, più tranquilli altri, gli anni passano; nuovi direttivi, scelte organizzative diverse, alcuni membri lasciano il coro così come i maestri cambiano anche se il progetto continua imperterrito nella sua missione.

Sul finire del 2002 una serie di concerti impegna il coro in una raccolta fondi a favore degli abitanti di Bindo, sfollati in seguito alla frana dello stesso anno. Nel 2004, grazie alla Cooperativa di Consumo di Premana, il coro trova un'accogliente sistemazione per la sua nuova sede. E mentre ci si attrezza di computer, Internet, mobili nuovi e una nuova stufa per i freddi inverni, gli impegni si mantengono numerosi. Ancora uno scambio internazionale con il coro, ormai amico, di Seelscheid; ancora una incisione di un CD (Ora d'aria) con un ulteriore nuovo filone musicale intrapreso da Sacchi.

I pezzi della tradizione corale montana si sposano con brani d'autore, con le armonizzazioni per coro di brani di musica contemporanea. Simbolo di questa nuova, apprezzata tendenza è "La valle", rielaborazione su testo italiano di "My way" di Frank Sinatra. L'uscita dello scorso anno di un ulteriore CD (Come la neve) segue ulteriormente questo filone.

Dei nove fondatori, ai festeggiamenti del 45º erano in quattro a cantare ancora nel Nives, convinti di continuare fino almeno al 50º. Due di loro non ci sono riusciti: Dionigi Gianola nel 2005 e Luigi Pomoni, pochissimi giorni dopo l'apertura ufficiale delle celebrazioni con il concerto "Il sacro e il divino" hanno lasciato il coro per andare a cantare ben più in alto.
Il prossimo appuntamento con il coro Nives è sabato 16 a Schignano in Val d'Intelvi. (coronives.it)

 

Nelle foto tratte dal sito del coro alcune esibizione e sotto il consiglio



 

 

 





SANTA MARTA CAFFETTERIA
GRANDE PROMOZIONE DI NATALE


RISTORANTE E PIZZERIA 4 STAGIONI

MSURI INFORMATICA A TACENO

IL MERCATINO DI BALLABIO
ISCRIZIONI ACCADEMIA DELLA MUSICA
CARROZZERIA POLVARA - CLICCA QUI PER INFO
barometro

meteo turismo


Agriturismo Gulliver Vandrogno - Clicca Qui per INFO