18/09/2014 - 15:38

Estate al Parco delle Grigne - Clicca qui per info Confartigianato - Clicca qui per INFO

ZAINO E SCARPONI - Quarta puntata
Saliamo fino a San Calimero

Scritto da: Redazione Montagna - 24/02/2012

ZAINO E SCARPONI - Quarta puntata<br> Saliamo fino a San CalimeroLa puntata di questa settimana di “Zaino e scarponi” si sposta alle pendici della Grigna Settentrionale, in un percorso interessante per i diversi ambienti attraversati, che ci porta nel cuore del Parco Regionale della Grigna Settentrionale. Una sagoma nota quella della chiesetta, ben visibile anche dal fondovalle.
FOTO/VIDEO/DESCRIZIONE PERCORSO/CARTINA


Il percorso di oggi ci porta, passando nei pressi del rifugio Riva, fino alla chiesetta di San Calimero. Un percorso semplice, questo, che intreccia la storia religiosa di un po’ tutta la Valsassina. Secondo una leggenda, San Calimero era il luogo dove viveva uno dei sette fratelli eremiti che avevano deciso di abitare in luoghi isolati per purgare i peccati che avevano causato la morte prematura dell’ottavo fratello. Ognuno dei fratelli, la sera, accendeva dei fuochi per salutare due dei suoi fratelli, su altri monti vicini.

La gente della Valsassina eresse in suo nome questa particolare cappella secoli fa; anche durante la sua costruzione la realtà e la leggenda tornano a mischiarsi: i fedeli scelsero un luogo più a valle da dedicare al proprio santo ma uno stormo di rondini portò col becco calce e sabbia, preparate più in basso, là dove sorge il piccolo tempio. Ancora oggi ogni anno, il 31 luglio, si festeggia il santo.


Nella foto sotto la Valle vista da San Calimero

L'escursione di oggi parte da Primaluna, nei pressi del ponte sul Pioverna. Lasciata la propria vettura vicino al ristorante “il Pioverna” attraversiamo lo stretto ponte e prendiamo la carrareccia che sale verticale nei prati vicini. Dopo pochi minuti giungiamo ad un piccolo piazzale e seguiamo la carrareccia che sale alla nostra sinistra. La strada carrabile che abbiamo preso sale, su pendenze mai troppo elevate, con alcuni tornanti che ci portano in circa 40 minuti di cammino alle baite dell’alpe Piattedo.

Dopo alcuni prati ben tenuti la strada carrozzabile termina ed inizia un sentiero molto ripido. Da qui, in circa 15 minuti raggiungiamo il rifugio Riva a 1020 metri slm.

Dopo una breve sosta riprendiamo il cammino per il ripido sentiero che sale dietro alla cappelletta del rifugio. In pochi minuti siamo ad un nuovo bivio, questa volta prendiamo il sentiero che sale nel bosco, seguendo l’indicazione San Calimero”. A breve il sentiero termina ed inizia una carrareccia che, con alcuni tornanti ci porta ai 1300 metri circa dell’alpe Porè: da qui si gode una superba vista sull’altopiano valsassinese, sullo zucco Campelli e sui piani d’Artavaggio.

Ancora pochi minuti di cammino, su un sentiero prima abbastanza largo poi leggermente più stretto, e giungiamo alla chiesetta di San Calimero. 

Il percorso da noi consigliato non presenta difficoltà elevate ma è sconsigliato percorrerlo con preparazione e attrezzature non idonee ad escursioni in montagna. Questa può essere considerata una delle più facili escursioni per iniziarsi alla scoperta delle meraviglie della Grigna.

Sotto: la cartina dell'escursione a San Calimero,
un video da YouTube e l'archivio degli articoli di Zaino&Scarponi

 
>>> LE PUNTATE PRECEDENTI DELLA NOSTRA RUBRICA SULL'ESCURSIONISMO

 

Rubrica a cura di Diego Panzeri e Diego Invernizzi

 

 

 

 





VISITA SILEA
ARTIGIANPELLE COLLEZIONE INVERNO
ISCRIZIONI ACADEMIA DELLA MUSICA
CARROZZERIA POLVARA - CLICCA QUI PER INFO
VENDITA A INTROBIO
barometro

meteo turismo


Agriturismo Gulliver Vandrogno - Clicca Qui per INFO