GATTO MASSACRATO DI BOTTE A CORTENOVA: INTERVIENE IL CODACONS. RICHIESTA ANCHE UNA “TAGLIA” SUL KILLER DI FELINI



CORTENOVA – Il Codacons ha chiesto di aprire un procedimento penale con l’accusa di uccisione di animale, nel quale intende costituirsi parte civile. L’indagine si riferisce al ritrovamento della carcassa di un gatto massacrato di botte a San Pietro qualche giorno fa.

Il Codacons (Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori), è un’associazione no profit che si occupa di tutelare con azioni giudiziarie gli interessi comuni dei consumatori.

Intanto sulla vicenda anche una signora valsassinese è intervenuta, richiedendo al Comune di Cortenova di istituire una “taglia” per l’individuazione dell’autore (o gli autori) del massacro.

Questo il comunicato stampa dell’organizzazione, dove viene espresso in modo chiaro e sintetico il disprezzo e la condanna di tali atrocità nei confronti del gattino.

GATTINO AMMAZZATO DI BOTTE A CORTENOVA

APERTE LE INDAGINI DELLA FORESTALE:L’ACCUSA È DI UCCISIONE DI ANIMALE

CODACONS PRESENTERA’ ESPOSTO IN PROCURA E COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE NELL’INSTAURANDO PROCEDIMENTO PENALE : I RESPONSABILI DEVONO PAGARE PER QUESTO GESTO DI CRUDELTÀ CONTRO UN ANIMALE INDIFESO

E’stata ritrovata nel bosco la carcassa di un gatto, nella zona di Prato San Pietro a Cortenova, in Valsassina, a causa di un pestaggio violento.
Qiando i Carabinieri della Forestale hanno rinvenuto il corpo dell’animale, a seguito di alcune segnalazioni di passanti, per il micio ormai non c’era più nulla da fare.

La scena che si sono trovati davanti gli agenti era raccapricciante: il gatto versava in una pozza di sangue dopo essersi trascinato per una trentina di metri lasciando la scia, probabilmente per cercare una possibilità di scampo o una via di fuga dal suo aguzzino.

La carcassa del gatto è stata sequestrata e affidati ai veterinari dell’Ats della Brianza affinché compiano ulteriori accertamenti. Nel frattempo i militari della Forestale di Barzio sto stanno occupando del caso per cercare di identificare e rintracciare i colpevoli che devono rispondere dell’accusa di uccisione di animale.

Non ci sono parole per commentare questi segni d’inciviltà e di estrema crudeltà nei confronti dei nostri piccoli amici a quattro zampe, che meritano condanne severe.

Per queste ragioni il Codacons presenterà un esposto in Procura, richiedendo l’identificazione dei soggetti che si sono resi autori di tali orribili episodi e la loro condanna per il reato di violenza su animali, con conseguente costituzione di parte civile nell’instaurando procedimento penale.

 

Tags: , , ,




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

SICUREZZA SULLE MONTAGNE: COSA SI DEVE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO