A PRIMALUNA LE SCOMMESSE LEGALI VALGONO QUASI 150MILA EURO AL MESE



PRIMALUNA – Le apparecchiature Awp da sole “fatturano” oltre un milione di euro all’anno, ma la quota dell’online è in forte crescita.

Le scommesse legali hanno subito un forte rallentamento con il lockdown, come tanti altri settori dell’economia. Ma anche tra febbraio e maggio a fermarsi è stata soprattutto la raccolta nei punti fisici, mentre il mondo dell’online – che pure ha visto interrompere la crescita in atto da diversi anni in Italia e nel pianeta – ha continuato a conquistare quote di mercato. o

In attesa dei nuovi dati ufficiali, che certificheranno la tendenza, però i numeri disponibili sono quelli del 2019. Che per il solo Comune di Primaluna, in Valsassina, valgono ben 1,7 milioni di euro in dodici mesi. Una cifra a cui si aggiunge quella delle piattaforme di gioco virtuali, i cosiddetti casinò on line, che – come abbiamo detto rappresentano una quota crescente del settore. Ma i dati, in questo caso, sono poco declinabili su base locale e ultralocale. Anche se per i migliori siti scommesse bonus benvenuto, facilità di accesso e di gioco sono elementi di grande attrattività per gli utenti.

Di seguito – basandoci sui dati dell’Agenzia dei monopoli, rielaborati da Agimeg – cerchiamo comunque di fare una fotografia (una Polaroid…) del mondo del gioco che passa dai punti di raccolta fisici all’interno del Comune di Primaluna.

PRIMALUNA, QUANTO VALE IL GIOCO LEGALE?

Il settore del gioco legale, come abbiamo detto in apertura, nel Comune di Primaluna vale un milione e 768mila euro. Parliamo dunque di 147mila euro di scommesse ogni mese, con una media di circa 800 euro giocati per ogni abitante: una tendenza che non è molto diversa da quella di molti altri paesi lombardi.

In questo contesto oltre un milione di euro, nel solo 2019, è arrivato da macchine Awp, le più diffuse in tutta Italia. Le Awp sono le apparecchiature di prima generazione con una giocata media di un euro e vincita massima di 100: per legge restituiscono il 68 per cento di quanto inserito ogni 140mila partite giocate. E si distinguono dalle più evolute Vlt (assenti a Primaluna), che “rendono” l’85 per cento (ogni 5milioni di partite) e, soprattutto, permettono di accedere a giocate aggiuntive, con un jackpot su base nazionale che arriva a 5 milioni di euro.

L’altro grande pilastro del gioco legale, nel Comune della Valsassina, è certamente il Lotto. Il più tradizionale di tutti i giochi dello Stato, infatti, rimane molto amato nonostante la concorrenza dei nuovi strumenti, con una cifra – sempre stando ai dati ufficiali – di ben 409mila euro giocati tra gennaio e dicembre. Le lotterie, invece, hanno decisamente cambiato pelle. Quelle classificate come tradizionali, infatti, hanno raccolto soltanto 300 euro in un anno, decisamente surclassate dalle lotterie istantanee (290mila euro circa), ma anche dal Superenalotto, che in dodici mesi ha registrato 15.452 euro di giocate totali. Il resto sono briciole: 748 euro per Eurojackpot, 826 euro per Winforlife e 2.943 euro per i giochi classificati come Comma7.

Una fotografia di quanto avvenuto fino a oggi, che però promette di mutare notevolmente nei prossimi mesi. Il Coronavirus, infatti, ha cambiato notevolmente le abitudini degli italiani. Resta da capire se la crisi economica porterà a un aumento o a una diminuzione delle giocate, ma anche qui – come abbiamo spiegato – la tendenza va inesorabilmente verso internet.




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

SCUOLA, AULE IN MUNICIPIO: SECONDO TE SONO OK?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO