PASTURO, IN CONSIGLIO COMUNALE ECCO LA ”STANGATA TARES”



La seduta è iniziata verso le 20 e 30. Dopo i verbali della riunione precedente sono state approvate alcune piccole modifiche agli statuti sociali di Idrolario e Lario Reti. L’argomento principale della serata è stata invece la TARES. Questa nuova tassa, che va a sostituire la TARSU, copre non solo le spese per i rifiuti, ma anche l’illuminazione per esempio. "Il comune deve garantire entrate uguali alle spese, e per Pasturo si stratta di 200mila euro" spiega il sindaco Guido Agostoni. "La TARES non è una tassa fissa legata solo ai metri quadri: infatti si è aggiunta una parte variabile legata al numero di residenti". Come ha ben sintetizzato lo stesso Agostoni: "la parte fissa varia, quella variabile è fissa". Infatti, la parte fissa relativa alla superficie cambia appunto da caso a caso. La parte variabile invece è ottenuta con un moltiplicatore prestabilito in base al numero di residenti.

I problemi non riguardano le utenze domestiche (che coprono l’84% dei 200mila euro), ma le attività. Sono state introdotte 21 categorie, ognuna con un proprio coefficiente. Anche prima esistevano dei coefficienti, ma con la TARES si sono verificati notevoli aumenti. Ad esempio:

– per i RISTORANTI: da 3 a 9.6
– per i BAR: da 3 a 7
– per gli ORTOFRUTTICOLI: da 3.5 a più di 13

Una bella – si fa per dire – stangata, resa un po’ meno amara da Agostoni. "Per queste tre categorie, più penalizzate delle altre, ridurremo il tutto del 30%".Il primo cittadino non nasconde un po’ di polemica: "Queste leggi sono fatte uguali per ogni Comune, non capendo che Pasturo non è Milano, e non è Roma". Nonostante ciò è stata approvato il piano finanziario e il regolamento relativo alla TARES.

Il punto 7 ha riguardato gli equilibri di bilancio, mentre per ultimo hanno trovato spazio le consuete comunicazioni del sindaco. Era stata fatta una convenzione tra diversi paesi per avere un segretario comune: tuttavia i nuovi segretari possono esercitare in realtà fino a 3.000 abitanti, e la convenzione raggruppa più di 5.000 persone. Si stanno cercando delle soluzioni, ma per ora Taceno e Cortenova hanno già espresso la volontà di sciogliere questa convenzione.
 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

DOPO BELLANO-VENDROGNO: FUSIONI DEI COMUNI, CHE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

settembre: 2013
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30