L’APPELLO: NON TOCCATE I CUCCIOLI DI CAPRIOLO, SAREBBE PER LORO MORTE CERTA



Dopo il parto – generalmente nel periodo metà maggio giugno- i piccoli caprioli vengono accuratamente nascosti nell’erba alta per difenderli dai predatori. La madre quindi dispone  i suoi cuccioli, che sono privi di odori e con un mantello maculato che li rende mimetici, nelle zone con un’alta copertura erbacea, in prossimità dei boschi in cui vivono, e si allontana per cercare cibo salvo avvicinarsi a intervalli irregolari per l’allattamento.

Potrebbe capitare anche tra i monti della bella Valsassina – e in effetti di segnalazioni non ne sono mancate, specialmente in Alta Valle-  di notare quelli che a prima vista potrebbero essere “caprioli abbandonati” . In realtà i cuccioli sono stati messi al sicuro dai predatori dalle madri ed è avvicinandosi, raccogliendoli, toccandoli o prendendosene cura che si rischia di condannarli a morta certa.

Per i caprioli infatti l’odore umano è un motivo di allarme e quindi le madri quando, anche dopo alcune ore,  torneranno sui loro passi per recuperare i cuccioli  avvertiranno la presenza dell’uomo e difficilmente si avvicineranno ai piccoli bisognosi. Il consiglio, più volte diffuso dal corpo forestale, è quello di rimanere a debita distanza e per nessun motivo toccare il piccolo. Anche nell’osservazione, da una postazione nascosta, è buona norma tenere in considerazione  la direzione del vento.

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MALTEMPO: FA ANCORA PAURA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO