L’APPELLO: NON TOCCATE I CUCCIOLI DI CAPRIOLO, SAREBBE PER LORO MORTE CERTA



Dopo il parto – generalmente nel periodo metà maggio giugno- i piccoli caprioli vengono accuratamente nascosti nell’erba alta per difenderli dai predatori. La madre quindi dispone  i suoi cuccioli, che sono privi di odori e con un mantello maculato che li rende mimetici, nelle zone con un’alta copertura erbacea, in prossimità dei boschi in cui vivono, e si allontana per cercare cibo salvo avvicinarsi a intervalli irregolari per l’allattamento.

Potrebbe capitare anche tra i monti della bella Valsassina – e in effetti di segnalazioni non ne sono mancate, specialmente in Alta Valle-  di notare quelli che a prima vista potrebbero essere “caprioli abbandonati” . In realtà i cuccioli sono stati messi al sicuro dai predatori dalle madri ed è avvicinandosi, raccogliendoli, toccandoli o prendendosene cura che si rischia di condannarli a morta certa.

Per i caprioli infatti l’odore umano è un motivo di allarme e quindi le madri quando, anche dopo alcune ore,  torneranno sui loro passi per recuperare i cuccioli  avvertiranno la presenza dell’uomo e difficilmente si avvicineranno ai piccoli bisognosi. Il consiglio, più volte diffuso dal corpo forestale, è quello di rimanere a debita distanza e per nessun motivo toccare il piccolo. Anche nell’osservazione, da una postazione nascosta, è buona norma tenere in considerazione  la direzione del vento.

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

LE CENTRALINE IDROELETTRICHE SUI NOSTRI CORSI D'ACQUA

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO