INCHIESTA/TEMPI DURI PER I SOSTENITORI DELLA FUNIVIA DA PASTURO VERSO BOBBIO



Il nemico numero uno (anche se apparentemente è anche un alleato, magari un po’ depotenziato) si chiama PGT – Piano di Governo del Territorio. Il documento urbanistico pasturese approvato il 20 marzo del 2013 dal locale consiglio comunale. Perché nemico, perché alleato? Facile, basta leggere con attenzione le carte, nella fattispecie il documento di piano allegato appunto al PGT.

Guardate con attenzione la cartina qui sotto, sulla destra, dove c’è quel grosso asterisco (*) su sfondo viola: ecco, lì potrebbe sorgere la stazione di una ipotetica funivia diretta verso i Piani di Bobbio. Come spiega la legenda che trovate ancora più in basso, quella colorazione viola e quel simbolo stanno ad indicare un "ambito strategico di sviluppo produttivo" vale a dire giusto giusto quanto piacerebbe ad imprenditori intenzionati ad investire per realizzare non tanto il famoso attacco della funivia e relativi parcheggi, quanto il lucroso "contorno". Per quest’ultimo appetitoso business c’è solo da attraversare la Provinciale, dunque spostarsi a sinistra dove – sempre in viola – ecco strutture esistenti, in costruzione e spazi magari edificabili, il "cuore" autentico di una bella idea commerciale collegata appunto alla funivia.
 

Fin qui le velleità, le intenzioni affaristiche, del tutto legittime ma non da tutti apprezzate, di chi vorrebbe creare nel bel mezzo della Valle un grande polo commerciale strettamente connesso ad una attività turistica quale la creazione di una seconda funivia, complementare alla cabinovia che parte già da Barzio. A che punto sta la questione? C’è questo PGT che ne prevede in qualche modo la potenzialità, ma che contemporaneamente chiarisce assai bene l’esistenza di vincoli. Tali per cui anche solo l’idea di pianificare il grande progetto di Centro Valle, oggi, appare quantomeno complesso.

Nella legenda pubblicata qui sotto, accanto al famoso asterisco su sfondo viola viene precisato "da realizzarsi previa decadenza dei vincoli vigenti". Mica paglia, quei vincoli: ad esempio far su quella grande impresa sotto monte comporta la "sistemazione" del Pioverna (alzarne gli argini o abbassarne addirittura il livello), nonché altre questioni a loro volta non di poco conto. Insomma: fare la funivia a Pasturo è una questione maledettamente complicata (ancorché interessantissima come business). Ma la fame di fare affari è grande e dunque non si può escludere che chi desidera realizzare l’ambizioso progetto ci voglia provare lo stesso.

Intanto però c’è qualcosa che si muove altrove, non troppo distante qui: a Introbio e Barzio. Ne parleremo più avanti, nella seconda parte della nostra breve inchiesta.


 

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MAXI ALBERGO IN COLDOGNA: COSA NE PENSI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

aprile: 2015
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930