ACERBONI CON I FIORI DELLA MUGGIASCA AI PIEDI DI SILVIO BERLUSCONI



Tra i seicento commensali che ieri sera al Palataurus hanno applaudito l’ex presidente del consiglio c’era anche una comitiva valsassinese, capitanata da Pietro Andrea Acerboni, sindaco di Vendrogno sino allo scorso anno. "Sono qui perché ritengo che per amministrare ci sia bisogno di forze nuove ma allo stesso tempo competenti, e il gruppo riunito attorno ad Alberto Negrini per me ha queste caratteristiche" confessa l’ex borgomastro in un discorso che guarda ben oltre il capoluogo.

Acerboni però non si è presentato a mani vuote al cospetto del leader carismatico di Forza Italia. "Questi fiori vengono da Tedoldo. Ne farò dono a Berlusconi ed a Francesca Pascale ma c’è un preciso significato in questo gesto. Come Bossi per costruire la Lega andò a prendere l’acqua sul Monviso, anche Forza Italia in questa fase di cambiamento ha bisogno di ripartire dalle radici dei popoli montani, dove appunto ho raccolto questi fiori".

E così i gialli fiori della Muggiasca sono stati posati ai piedi del leggìo, su un palco effettivamente spoglio, e anche loro, in qualche modo sono stati protagonisti. A termine della cena Pietro Andrea Acerboni è riuscito infine a salutare l’ex cavaliere e ad omaggiare con il bouquet nostrano la Pascale, che ha ringraziato con una dedica autografata.
 

 

 

 

 

 

 

 

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

ELEZIONI 2024, QUESTA VOLTA TANTE SFIDE "A DUE" NEI COMUNI

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK