AGORÀ DEL MEDITERRANEO: OSPITI INTERNAZIONALI, TAVOLE ROTONDE E FOCUS TEMATICI ALLA DUE GIORNI DI GEOPOLITICA IN VALSASSINA



BARZIO – Flussi di popoli in fuga dalla violenza, una geopolitica ridisegnata dal fondamentalismo, modelli di convivenza millenaria in frantumi. Ma anche rivoluzioni incompiute e identità vacillanti:l’area mediterranea è investita oggi da fenomeni epocali, che esigono una lettura lucida e tentativi di risposta all’altezza della sfida.

Si pone come uno stimolo a questa riflessione l’evento organizzato dall’Associazione Centro Orientamento Educativo – COE nella splendida cornice di Barzio, tra il lago e i monti lecchesi. Sabato 18 e domenica 19 luglio – con un’inaugurazione aperta al pubblico nella serata di venerdì 17 – studiosi, attivisti, uomini di cultura e di fede si confronteranno a tuttotondo: dal quadro geopolitico all’arte e la letteratura, dal ruolo delle religioni al dramma delle migrazioni forzate.

Numerosi i protagonisti di primo piano che porteranno il proprio contributo. Se a delineare un possibile protagonismo per l’area mediterranea sarà il ricercatore dell’Ispi Paolo Maggiolini, mentre Wael Farouq (Università americana del Cairo) e Paolo Branca (Università Cattolica di Milano) approfondiranno le sfide per l’islam, alla tavola rotonda su “Le acque agitate del Mare di Mezzo: una prospettiva culturale” interverranno lo storico Franco Cardini, l’attivista e scrittrice marocchina Jamila Hassoune eBožidar Staniši?, scrittore, poeta e traduttore della Bosnia Erzegovina.

> Leggi tutto e scopri il programma nel dettaglio

 

agorà coe

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COMUNITÀ MONTANA, CHE FINE HA FATTO ?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

STRADE VUOTE, LA VALLE ‘RISPETTOSA’

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO