IL SEMINARISTA PAOLO INVERNIZZI DI BARZIO RICEVE L’ACCOLITATO A VENEGONO



BARZIO – Grande festa nella Comunità Pastorale Maria Regina dei Monti per la ricezione dell’Accolitato al seminarista Paolo Invernizzi di Barzio. Nella Chiesa cattolica, l’Accolitato è il quarto, e più elevato, degli ordini sacri minori (oggi sostituiti dai ministeri), che conferisce al chierico il compito di assistere il sacerdote o il diacono nelle funzioni liturgiche.

Nel rito d’ingresso, se avviene una processione, l’accolito porta la croce e poi prende posto accanto al sacerdote e al diacono per aiutarli durante la celebrazione. In mancanza del diacono, spetta all’accolito disporre sull’altare corporale, purificatoio, calice e messale; aiuta il sacerdote a ricevere i doni e gli presenta pane e vino. Come ministro straordinario, può aiutare il sacerdote nella distribuzione della comunione al popolo, quando ve ne fosse bisogno secondo le condizioni stabilite in Ministeria quaedam (impedimento da parte del sacerdote o grande numero dei comunicanti. Infine, l’accolito aiuta nella purificazione dei vasi sacri. In mancanza del diacono lui stesso li purifica, ma non all’altare: li porta alla credenza dove li purifica e riordina.
È lo stesso Paolo ad annunciarlo alla Comunità di Barzio: “Vi annuncio con gioia che sabato 12 novembre, alle ore 10.00 presso la basilica del Seminario, sarò istituito accolito da Sua Ecc. mons. Martinelli, insieme a quindici miei compagni.

Il ministero dell’accolitato viene conferito, secondo la scelta del nostro Seminario, durante il quarto anno di teologia come tappa intermedia nel cammino di preparazione verso il sacerdozio. Dopo essere stato ammesso ufficialmente come Candidato al Presbiterato l’8 settembre 2015, ed aver ricevuto il ministero del Lettorato il 20 febbraio 2016, eccomi a compiere un altro importante passo.

Essere istituito accolito significa rendere più concreto il desiderio di mettere al centro della mia esistenza l’Eucaristia, avendo riconosciuto essa come principio unificante della mia vita. L’Eucaristia non attrae però solo me a Cristo, ma rende tutti noi partecipi del suo corpo che è la Chiesa.

Ecco perché grazie a questo ministero assumo un compito particolare all’interno della Chiesa stessa: innanzitutto potrò distribuire la santa Comunione durante la celebrazione e portarla ai malati che la richiedessero. Il Corpo di Cristo è infatti dono a tutta l’umanità, ma in particolare a chi è nella sofferenza e nella malattia; inoltre presterò stabilmente servizio durante le celebrazioni liturgiche, in aiuto al sacerdote ed al diacono.

In vista di questa importante giornata vi invito alla preghiera per me, affidando in particolare il mio cammino alle cure della Beata Vergine Maria.
Assicurandovi, come sempre, la mia preghiera, vi saluto affettuosamente.

Paolo – Venegono Inferiore, 3 novembre 2016″

 

.

.




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CHE SI DICE DEI VALSASSINESI FUORI DALLA VALLE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

novembre: 2016
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930