QUASI 20 MILIONI PER LE AREE INTERNE, PAROLO E FERMI: “PRELIMINARE ALTO LAGO COMO E VALLI DEL LARIO IMPORTANTE PASSO PER SVILUPPO AREA”



GRAVEDONA (CO) –  “L’approvazione del preliminare Alto Lago di Como e Valli del Lario è un importante riconoscimento, nonchè una grande soddisfazione per la Regione Lombardia che ha scommesso su quest’area e che ne ha accompagnato la fase di co-progettazione”. Lo ha detto il sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia Ugo Parolo che con il sottosegretario  Alessandro Fermi ha partecipato alla presentazione del preliminare di Strategia Alto Lago di Como e Valli del Lario, tenutasi oggi a Gravedona presso la Comunità Montana Valli del Lario e del Ceresio.

AREE INTERNE PUBBLICORISORSE PER QUASI 20 MILIONI – “Con questa approvazione – ha spiegato Parolo – abbiamo la certezza della disponibilità di risorse statali pari a 3.740.000 euro che il dipartimento delle Politiche di Coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri ci assegnerà come prima delle cosiddette ‘terze aree regionali ad aver approvato il preliminare. Tali risorse vanno ad aggiungersi agli oltre 15 milioni resi disponibili da Regione Lombardia. Si tratta di un risultato non scontato, ma frutto di un lavoro raggiunto grazie al contributo di ciascuno. Un processo di collaborazione segno di grande responsabilità e valore aggiunto per l’intero percorso”.

FAVORIRE LE MIGLIORI CONDIZIONI DI VITA  – “L’obiettivo della Strategia Aree Interne – ha aggiunto Parolo – è quello di favorire le migliori condizioni di vita per la società civile e per le imprese che investono su queste aree. È fondamentale, quindi, il coinvolgimento e il punto di vista di tutti i diversi soggetti del territorio. L’Area Interna Alto Lago di Como e Valli del Lario e’ di fatto una sorta di ‘laboratoriò, dove la governance locale sta esprimendo una propria visione di sviluppo per i prossimi anni, ponendosi degli obiettivi e delle sfide che potranno fare la differenza nel tempo.

fondra marisa 1P aree interneCONFRONTO E LAVORO DI SQUADRA – Un forte ringraziamento – ha aggiunto Parolo – va all’intero territorio dell’Alto Lago di Como e delle Valli del Lario, che sta dimostrando estremo impegno, serietà e determinazione in questo percorso di co-progettazione proposto dalla Strategia. Voglio ringraziare inoltre gli amministratori pubblici, il sindaco capofila (Marisa Fondra di Taceno, ndr), i presidenti delle Comunità montane, così come i sindaci e gli assessori dei 34 Comuni coinvolti, le scuole, le imprese e i consorzi forestali, che stanno affrontando insieme questa nuova sfida con trasparenza e con la volontà di “fare squadra”, per raggiungere un risultato comune per il bene e le esigenze dell’area”.

PROSSIMI PASSI – “Nei prossimi mesi – ha concluso  – il lavoro di sviluppo della Strategia porterà a definire le azioni ed i progetti da sostenere. Non sarà un percorso semplice, ma le basi poste sono di buon auspicio perché si possa continuare a lavorare con determinazione, a lavorare insieme e nel totale rispetto delle diverse parti coinvolte. Regione Lombardia continuerà ad essere presente a fianco del territorio in modo da poter raccordare al meglio gli input ministeriali con le specificità locali”.

FERMI: SUPERARE LA FRAMMENTAZIONE – Anche per il sottosegretario Alessandro Fermi si tratta di un’opportunità straordinaria per “valorizzare le potenzialità presenti sul territorio per poterne contrastare le fragilità”. L’obiettivo principale è proprio quello “di superare la frammentazione che caratterizza l’area interessata – un territorio di circa 450 Kmq a cavallo tra le province di Como e Lecco, formato da 34 comuni, un totale di 39.333 abitanti in alcuni casi riuniti in piccole comunità, con 23 comuni che contano meno di 1.000 cittadini e 9 meno di 300 – investendo in settori strategici quali la promozione turistica, il tessuto produttivo o la mobilità. Questo percorso ci consentirà di dare ossigeno alle zone più svantaggiate, invertendo un trend economico negativo favorendo quanti più servizi necessari, valorizzando le peculiarità dell’area”.

RAFFORZARE INTEGRAZIONE FRA COMUNI DELL’AREA – “Per raggiungere questi obiettivi – ha concluso Fermi – è importante rafforzare l’integrazione tra i comuni dell’area del progetto e insistere sul gioco di squadra, perché solo così facendo sarà possibile sviluppare l’area che, pur insistendo su province diverse, presenta molte analogie da un punto di vista territoriale”.




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

PRIMAVERA ANTICIPATA

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930