SAGRA, ULTIMA FRONTIERA. DAL DIARIO DEL DIRETTORE – GIORNO NOVE



sagra traffico auto parcheggi 114 agosto. Vi dovevo un numero, ieri l’avevo promesso. A dire la verità mi aspettavo qualcosa di più, ma evidentemente ero andato oltre l’ottimismo, capita se sei reduce dalla guerra impossibile ai temporali. In ogni caso, sabato il nostro rilevatore ha contato 10.211 auto che, moltiplicate per 2,27, danno oltre 23.178 presenze. Inutile dire che sono tante. Inutile sottolineare che in tante fiere questi numeri li fanno (se va bene) in una settimana. E’ inutile ma lo dico e lo sottolineo, si sa mai, così magari qualcuno potrebbe rifletterci sopra.

A proposito di macchine. Ieri vado a fare il mio solito giro di perlustrazione tra i parcheggi: le auto fanno fatica a entrare e si è creata una bella coda a causa dei visitatori che stanno andando via e lasciano liberi i parcheggi. Faccio il giro allo Zootecnico, attraverso il ponte di legno e vedo che dalla curva al ponte (in uscita) è tutto libero, nemmeno una macchina. Poi vedo un’allegra famigliola su un SUV. Sono lì fermi che non si muovono e chiacchierano tra loro. Davanti il niente, dietro tutti fermi.

ROTONDA-SAGRA-AUTO1“Buonasera signori. Scusate, cosa state facendo fermi qui?” “Buonasera – mi rispondono – siamo in coda e aspettiamo che si muova per uscire”. Giusto. In effetti sono in coda.

“Guardate – sorrido – che questa non è la coda ma sono le auto parcheggiate. E’ difficile che si muovano”. “Ah, grazie!” “Prego, si figuri, sono qui per questo”.

Il mestiere del parcheggiatore sarà anche complicato, ma ti regala emozioni difficili da vivere se fai un altro mestiere. Soprattutto quando ti mandano avadavialcù perché gli fai fare il giro e non possono sfogarsi andando contromano rispondendo a quell’impulso atavico che ci ricorda sempre chi furono i nostri progenitori. E non sto parlando di cavalli da corsa.

**********

Scramble e the Cats (2)Giorno nove. Stasera gli Scramble & The Cats festeggiano in Sagra i loro venticinque anni di storia. Pucci d’Oggiono e ol Ricardo da Cornoua (come si fa a scrivere in dialetto con un pc non l’ho ancora capito!) hanno chiesto a Ivan di potersi esibire. Due problemi insormontabili: la canzone preferita del Pucci d’Oggiono è Vacaputanga di Walter Valdi, ma sembra non rientri del repertorio della nostra band più celebre; problema numero due: dopo averci fatto spogliare ed aver constatato l’assenza del benché minimo tatuaggio, il buon Ivan non ci ha ritenuti idonei. Vorrebbe ancora continuare a suonare senza vergognarsene almeno per altri venticinque anni. E pensare che da giovane ero un brillante baritono della Polifonica di Sabbioncello!

Fornace - Comunità montana (9)Va beh, la mia soddisfazione ieri l’ho avuta lo stesso. Abbiamo aperto il parcheggio intorno a unmilionequattrocentomilaeuro di mattoni, cemento, lamiere e vetrate. Devo dire che si è rivelato estremamente utile,  forse un po’ costoso, ma utile. Dopo anni di attesa i cancelli si sono aperti e il Museo di Belfagor ha finalmente avuto il suo pubblico attorno. Per vederlo dentro, così sembra, è ancora presto. Fossi il direttore di Valsassinanews metterei online un sondaggio dal titolo: “Secondo lei che ha messo la macchina proprio lì, a cosa serve quell’affare con la ciminiera che occupa mezzo parcheggio?”

Vi do le risposte perché le ho sentite dal vivo. E’ un nuovo agriturismo: 75%. Forse un cinema: 5%. Per me ci fanno un ristorante. 6%. C’è un camino: sarà una pizzeria: 6%. Belle vetrate. Di sicuro è un centro commerciale: 5%. Il solito magna magna: 3,5%. Un museo: 0,5%.

L’ultima risposta è la mia.

R. B.


MAROCCO SPORT

ZANNI BANNER

Rubrica quotidiana realizzata
in collaborazione con

 

MAROCCO NOLEGGIO

Piazza Garibaldi 3/4  – Barzio.   Tel. 0341 996191   www.maroccosport.it

ZANNI BANNER

 

 

 

 




LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO Valsassina




I SONDAGGI DI VALSASSINANEWS

NUOVA STAGIONE TURISTICA, COME LA VEDI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...