RAPINA AGGRAVATA E LESIONI, RESTA IN CARCERE IL 59ENNE DI BARZIO PROTAGONISTA DELL’AGGRESSIONE DI VENERDÌ A LECCO



LECCO – Appare piuttosto seria la posizione di C. R., il barziese classe 1959 fermato l’altroieri alla stazione di Lecco dopo aver ferito ad un braccio un uomo di 45 anni di Galbiate con il quale aveva avuto un alterco dopo averlo incontrato alla mensa della Caritas, accanto alla basilica cittadina di San Nicolò. Personaggio molto noto in Altopiano, il 59enne di recente aveva avuto problemi di salute ma a quanto pare non era stato previsto per lui alcun trattamento di tipo obbligatorio. Venerdì l’episodio che gli è costato la detenzione in carcere, a Pescarenico.

Accanto alle ferite procurate con un taglierino (tre, all’avambraccio), c’è per il barziese la pesante accusa di rapina aggravata, per la quale è attesa ora la fissazione dell’udienza per la convalida del fermo nei suoi confronti.

Si tratta di una situazione particolare, l’uomo già in passato era stato sottoposto a dei trattamenti – che però proprio quest’estate sembra non siano stati confermati malgrado l’agitazione che manifestava. Venerdì le cose sono precipitate e dopo avere incontrato un vecchio conoscente C. R. ci avrebbe pesantemente litigato, quindi lo ha colpito ripetutamente al braccio e infine dopo avergli strappato lo zainetto si è dato alla fuga. Raggiunto poco dopo dagli agenti della Squadra Volante di Lecco che insieme ai colleghi della Polfer lo hanno fermato.

Ma mentre il 45enne ferito se la caverà con una quindicina di giorni di prognosi, la situazione del valsassinese è seria. Probabile infatti che il fermo venga convalidato. Tutti eventi (disagio, litigio, aggressione, ferimento, rapina e fermo) che forse potevano essere evitati con un accertamento preventivo il quale – a detta di chi conosce il 59enne – in precedenza aveva dato puntualmente i suoi frutti.







LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO Valsassina




I SONDAGGI DI VALSASSINANEWS

ECCESSI DI VELOCITÀ: GIUSTO MULTARE "A OCCHIO"?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...