VARIANTE DI FONDOVALLE: NEL DUP DELLA COMUNITÀ MONTANA SI TORNA A PARLARE DELLA “NUOVA INTROBIO-PRIMALUNA” PER SOLI CAMION



Strettoia Primaluna old

Primaluna/I Tir passano anche qui…

BARZIO – Vecchio sogno di tanti amministratori (e automobilisti…), la strada provinciale “alternativa” tra Introbio e Primaluna, cosiddetta “variante di fondovalle“, rappresenta un progetto decennale come origini ma mai realmente portato avanti. Se ne parla però – ed è da capire se si tratti di un semplice riempitivo all’interno di un maxi documento oppure se si intenda fare sul serio, stavolta – nel “DUP” della Comunità Montana Valsassina, ovvero il Documento Unico di Programmazione approvato recentemente dall’ente della Fornace.

Siamo nella Sezione Operativa del DUP, alla Missione 10 – Trasporti e diritto alla mobilità e ancora nel dettaglio del Programma 05 – Viabilità e infrastrutture stradali. E qui spunta l’interessante, breve ma importante passaggio in materia – che riportiamo integralmente:

Realizzazione strada provinciale Introbio – Primaluna (variante di fondovalle)
La Comunità Montana intende collaborare attivamente con la Provincia di Lecco, nella definizione propedeutica alla realizzazione del tracciato della nuova viabilità di fondovalle, pensato con l’intento di deviare il transito dei mezzi pesanti evitando così il passaggio all’interno dell’abitato del Comune di Primaluna e delle frazioni. L’intervento è ricompreso all’interno del vigente Piano per il Governo del Territorio del Comune di Primaluna e del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale della Provincia di Lecco, Ente competente.
È intento di questo Ente procedere alla stesura di un progetto preliminare per il reperimento dei finanziamenti e per l’inserimento dell’opera nei Piani Triennali dei vari Enti interessati nonché per vincolare le aree interessate prima che possano essere realizzati fabbricati che renderebbero difficoltoso, se non impossibile, il tracciato più naturale e consono della strada stessa.

Se il DUP costituisce “il documento di maggiore importanza nella definizione degli indirizzi e dal quale si evincono le scelte strategiche e programmatiche operate dall’amministrazione” allora (forse) esiste la speranza che questa famosa “variante” o “bypass” tra Introbio e Prato San Pietro un giorno o l’altro possa essere realizzata.
Per il momento, accontentiamoci delle buone intenzioni; di questi tempi è già qualcosa…

Del by-pass si iniziò a discutere addirittura negli anni ’80 dello scorso secolo, ma la questione è sempre rimasta lì; a parte la tangenziale di Introbio la circolazione stradale nella parte mediana della Valle resta invariata – con la strettoia di Primaluna ora in fase di risoluzione e il transito degli automezzi nel centro del paese. Ma se il progetto ha ormai un quarto di secolo di vita, va detto che nel frattempo, rispetto a una certa “facilità d’azione” esistente quando tra Primaluna e il Pioverna c’erano poche costruzioni, ora come ora appare complicata la realizzazione di una provinciale in spazi certo non ampi. Inevitabile ad esempio la costruzione di un ponte sul corso d’acqua e forse anche uno spostamento di parte del tracciato attuale della pista ciclabile.
Da Valsassinanews, 8 aprile 2011

.

Il disegno in copertina è una simulazione, del tutto arbitraria, del possibile tracciato della variante

 




I "TEST" DI VN

MALTEMPO DA RECORD, PREALLARME SUFFICIENTE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO Valsassina




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930