IL CENSIMENTO DEL PATTUME SULLA CICLABILE. LE FOTO DI UNA LETTRICE



Buongiorno, scrivo per denunciare una situazione di sporcizia e degrado nella zona della pista ciclabile precisamente nel tratto tra Bindo di Cortenova e Taceno.
Spesso mi trovo a passeggiare sul tratto di pista ciclabile che va da Bindo di Cortenova a Taceno e noto sempre più l’aggravarsi della situazione rifiuti, giorno dopo giorno in mezzo allo splendido panorama saltano agli occhi sempre più rifiuti, la lista ahimè è lunga e contiene:

Mozziconi di sigarette;
Fazzoletti di carta e relative confezioni vuote;
Lattine;
Confezioni di merendine e caramelle;
Sacchetti di ogni tipo, forma e colore;
Oggetti di vario genere di plastica dura;
Bicchieri, cannucce e piatti in plastica;
Pannolini per bambini;
Perfino uno slip monouso di quelli che si usano nei centri estetici;
Bottiglie di plastica;
Tantissime bottiglie in vetro spesso e volentieri rotte e PERICOLOSISSIME.
Ultimamente, aperta la stagione di pesca, sulle rive del fiume si trovano spesso fili da pesca, ami e accessori vari, abbandonati.

Questa mattina, giovedì 2 maggio, proprio all’inizio della pista ciclabile dove c’è la struttura polifunzionale, ecco spuntare 3 bei sacchetti pieni zeppi di immondizia, ossa di costine, bicchierini colorati, scarti di cibo e relative confezioni, belli sparsi all’ingresso, perché con il bel tempo che c’era ieri, 1° maggio, vuoi non fare una grigliata in riva al Pioverna?!
Peccato che i “simpatici” signori hanno pensato bene di ripulire la zona picnic mettendo tutto in 3 bellissimi sacchetti per poi abbandonarli proprio li.

Non molto tempo fa, esattamente lì, c’erano dei cassonetti per i rifiuti. I cassonetti sono stati tolti e in effetti per tutta la pista ciclabile fino ad arrivare a Taceno NON C’È NEMMENO UN BIDONE DELLA SPAZZATURA ma questo non significa che allora siamo autorizzati a gettare per terra qualsiasi cosa.
Come ce lo siamo portati, riportiamocelo via magari facendo una bella differenziata a casa.

Io da più di 2 anni passeggio quasi tutti i giorni con i miei cani, raccogliendone le deiezioni tutti i giorni ovunque le facciano, spesso e volentieri mi ritrovo a fare 1 o 2 km con il sacchettino pieno in mano fino a che non trovo un bidone. E vi posso assicurare che di “cacca di cane” abbandonata non se ne trova facilmente.

Siamo tutti preoccupati per la plastica, per i rifiuti e per l’inquinamento nel mondo e poi i fatti reali sono questi.
Credo che bisogna iniziare da qui, dai nostri paesi.

Nella zona di Bindo c’è un bel cartello grande di DIVIETO di scarico di materiale e rifiuti su tutto il territorio comunale di Cortenova peccato che l’ammenda sia ancora in lire, speriamo che non sia questo il motivo per il quale gli “sporcaccioni” continuano ad abbandonare i rifiuti.

Sperando che torni un po’ di buon senso umano e di civiltà invito a riflettere e a fare qualcosa sul serio, invitando anche i comuni a fare rispettare le leggi a riguardo, controllando e multando chi non le rispetta perché sfortunatamente non si vedono MAI vigili o guardine ecologiche nei giorni più a rischio.

Valorizziamo e proteggiamo la nostra bella Valsassina.

In allegato alcune foto scattate nella zona in oggetto.

Cordialmente
Lettera Firmata

 

Tags: , ,




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

'VECCHIA' LECCO-BALLABIO, NUOVI LAVORI STRADALI

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO