PASTA FREDDA: IL PRIMO PIATTO ESTIVO PER ECCEZIONE



Le lunghe giornate di sole e il caldo certo non invitano a stare dietro ai fornelli a preparare piatti elaborati.

In aiuto arriva però la pasta fredda classica, il primo piatto estivo che tutti amano e per questo adatto ad un pic nic in compagnia di amici, per una grigliata o da portare come pranzo a sacco per una gita fuori porta in montagna o al mare.

È il piatto ideale anche per chi consuma il pranzo a lavoro e per ovviare dal classico panino o insalata mista, può portarsi una generosa porzione di pasta fredda.

Si tratta di un piatto molto veloce da preparare e ci si può sbizzarrire con gli ingredienti e la tipologia di pasta.

Nella ricetta classica si prevede l’utilizzo delle pennette, ma si possono utilizzare anche i fusilli o le farfalle e per una ricetta ancora più light la pasta integrale è l’ideale per questo piatto.

Inoltre, si può decidere di realizzarne una versione vegetariana, solo con verdure e formaggio, oppure a base di gamberetti e salmone o se si preferisce la carne, si può sperimentare utilizzando una tartare di manzo.

Infine, per un tocco di croccante alla pasta, si può aggiungere a piatto ultimato, della granella di pistacchi oppure di mandorle.

Le idee sono innumerevoli non resta che sperimentarle ogni volta che si desidera mangiare qualcosa di fresco e goloso.

Noi abbiamo scelto di illustrarvi la ricetta della pasta fredda classica, troverete qui di seguito gli ingredienti necessari e tutti gli step per la preparazione.

Pasta fredda classica: gli ingredienti

Gli ingredienti per la pasta fredda classica che andremo ad elencare sono sufficienti per almeno 4 persone. Nel caso in cui questo non fosse l’unico piatto che sarà servito, ma è semplicemente un plus per una grigliata ad esempio, si possono fare porzione più piccole e saranno sufficienti per almeno 6 persone.

  • 350 g di pasta a scelta
  • Basilico fresco
  • Tonno in scatola
  • Pomodorini pachino o ciliegino
  • Olive nere e verdi denocciolate
  • Mozzarella
  • Sale e pepe
  • Olio extra vergine d’oliva

Se si vuole arricchire la pasta fredda si possono aggiungere anche altri sottaceti, come per esempio, i carciofini o i funghi.

Se si vuole aggiungere un tocco mediterraneo in più, i pomodorini secchi sono l’ideale insieme ai capperi.

Vediamo ora come preparare l’insalata di pasta fredda.

Pasta fredda classica: pochi passaggi per la sua preparazione

La preparazione di questa ricetta è veramente un gioco da ragazzi. Fortunatamente l’unico ingrediente che dovrà essere cucinato è la pasta, per il resto è solo questione di scelta degli ingredienti (che noi abbiamo già fatto) tagliarli e averli a disposizione per condire la pasta.

Quindi, come primo passaggio vi consigliamo di cuocere la pasta in abbondante acqua bollente e salata. Una volta cotta, non troppo, preferibilmente al dente, scolatela e versatela in una ciotola di vetro molto capiente.

Lasciatela raffreddare e nel mentre occupatevi dei condimenti.

Iniziate con il lavare e tagliare i pomodorini, poi tagliate a rondelle le olive e infine, tagliate a cubetti anche la mozzarella.

La mozzarella, lasciatela poi all’interno di un colino così da perdere tutto il suo siero in eccesso e aggiungetela solo alla fine.

Prendete l’olio, sgocciolatelo e mettetelo in una ciotola e con l’aiuto di una forchetta schiacciatelo così da ottenere dei filetti più piccoli.

Nella ciotola con il tonno, versate i pomodorini tagliati a pezzi piccoli e anche le foglie di basilico fresco tagliate grossolanamente.

Mischiate il tutto e lasciate che i sapori si mischino.

Versate ora la pasta che sarà ormai fredda e aggiungete gli ultimi ingredienti: olive e mozzarella.

Sale e pepe e un filo d’olio d’oliva extravergine per insaporire il tutto.

Mischiate bene e lasciate in frigo per almeno 30 minuti prima di servirlo.

Il tempo di attesa in frigo permetterà a tutto l’insieme di amalgamarsi e avere un sapore finale più gustoso.

La pasta fredda può essere conservata in frigorifero per un paio di giorni, massimo per tre, l’importante che sia chiusa in un contenitore ermetico o in una ciotola con pellicola.

Non può essere conservata a lungo perché i pomodorini tenderanno a lungo andare a diventare acidi, quindi in caso si possono omettere e aggiungere all’ultimo.




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MANCANO I VACCINI ANTINFLUENZALI

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO