COME RISTRUTTURARE CON UN BUDGET LIMITATO?



Vuoi andare a vivere in una casa di proprietà ma a causa dei prezzi crescenti degli immobili non hai abbastanza soldi per l’appartamento dei tuoi sogni? La soluzione potrebbe essere una ristrutturazione prolungata realizzata prevalentemente in autonomia. Come fare?

Analisi dello stato attuale e piano di ristrutturazione

Ogni ristrutturazione dovrebbe essere preceduta dall’analisi dello stato attuale dell’immobile che ti aiuterà a scoprire quali parti dello stabile si possono continuare a usare e quali, invece, richiedono dei lavori di ammodernamento.

Negli appartamenti più vecchi di solito si cambia l’impianto elettrico. Al posto dei cavi in alluminio oggi di regola si posano cavi di rame. Potrebbe essere necessario cambiare anche i tubi di scarico, l’impianto idrico e le condutture del gas.

Intonaci e pavimenti sono una categoria a parte. Pianifica quindi i singoli interventi a seconda delle priorità. Quindi stendi un calendario dei lavori e un preventivo di spesa.

Prima di tutto devi spostare e proteggere i tuoi mobili e gli elettrodomestici

Trattandosi di una ristrutturazione prolungata realizzata in autonomia, possiamo presumere che continuare ad abitare anche nell’immobile. Per esempio, se non puoi trasferirti dai tuoi genitori, prendere in affitto un altro appartamento dove abitare durante la ristrutturazione sarebbe troppo costoso.

In questo caso, probabilmente dovrai procedere nella ristrutturazione stanza dopo stanza. Dipende solo da te da dove cominciare – se dal bagno oppure dalla camera da letto o dal soggiorno.

In ogni caso, dalla stanza che hai scelto devi innanzitutto trasferire tutto l’arredo. Se non cambierai la pavimentazione, prendi in considerazione di trasferire i mobili più pesanti al centro della stanza. Dovrai però proteggere perfettamente dallo sporco tutti i mobili – la parete soggiorno, il divano, le po3ltrone, il letto, il tavolo, le sedie. Il modo migliore è impacchettare tutto in una pellicola di plastica da chiudere ermeticamente.

E non dimenticarti del pavimento stesso. Puoi scegliere la pellicola di plastica o un telo copritutto per pittura, in ogni caso questo ti risparmierà molte rogne durante la pulizia successiva. Se ti limiterai solo a imbiancare, allora la pellicola di plastica ti dovrebbe bastare. In caso di interventi più impegnativi sarà meglio scegliere il telo. Ma puoi usare anche un vecchio tappeto o una vecchia coperta. L’obiettivo è quello di proteggere il pavimento dai danni meccanici e ridurre la polvere.

Puoi fare da solo la maggior parte delle cose, ma non vale la pena di rischiare.

Un tuttofare mediamente esperto può fare buona parte dei lavori. Ma prima di iniziare qualcosa, consulta la cosa con le persone più esperte. Non serve necessariamente contattare subito dei professionisti del settore, possono bastare anche i familiari più maturi e i tuoi colleghi. Nelle riviste e sui siti web specializzati puoi trovare molti ottimi consigli. Ma bisogna saper usare bene le informazioni.

Dipingere le stanze, cambiare le luci o posare delle nuove piastrelle non dovrebbe essere un problema. Ma fai però attenzione quando si tratta dell’elettricità, dell’impianto idrico e delle apparecchiature a gas. In questi casi i lavori dovrebbero essere sempre realizzati da un professionista esperto qualificato per questa attività. Non dovresti mai risparmiare a scapito della sicurezza.

VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

NUOVA COLATA DI CEMENTO SULL'ALTOPIANO VALSASSINESE

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO