CULTURA, TURISMO E OCCASIONI PERSE. CHIEDETE CHI È WAYNE MARSHALL! LA NOTA STONATA DELLE ISTITUZIONI IN UN CONCERTO DA BRIVIDI



BARZIO – Non c’è musicista al mondo che non conosca il nome di Wayne Marshall e non c’è appassionato che l’abbia ascoltato dal vivo a cui quel nome non provochi un brivido alla schiena.

Direttore d’orchestra tra i più noti a livello internazionale, talento incontenibile e poliedrico, premiato come pochi dal dono dell’improvvisazione, Marshall si trova a suo agio sul podio di una orchestra sinfonica così come alle tastiere di un pianoforte o alla consolle di un organo.

E sabato sera a Barzio ne ha data dimostrazione.

Entusiasta il pubblico della Rassegna Organistica Valsassinese che non si è lasciato sfuggire una occasione più unica che rara riempiendo in ogni ordine di posto la parrocchiale di Sant’Alessandro, godendo di 90 minuti di musica e di una esperienza irripetibile, aggettivo avvalorato dalle tre improvvisazioni con cui Marshall si è scatenato tra le tastiere, la pedaliera e i registri del ‘Mascioni Op.1016‘, organo che da questo momento entrerà nel lungo elenco degli strumenti, dei teatri e delle orchestre fatti risuonare dal maestro britannico.

Daniele Invernizzi, direttore artistico della ‘Rassegna’, ha confidato di “inseguirlo” sin da quanto aveva 12 anni, quando andava ad ascoltarlo con ‘La Verdi’ di Milano. Facilmente immaginabile dunque la soddisfazione di averlo portato a Barzio, per un concerto, inoltre, che resterà nel curriculum di Marshall come il primo dopo aver ricevuto la medaglia all’Ordine dell’Impero Britannico (in settimana la consegna a Londra della onorificenza).

E se il pubblico non ha lesinato in applausi e standing ovation, ricevendo da Marshall un doppio bis oltre il programma di sala, il ringraziamento va alle parrocchie della Valsassina che continuano a credere e sostenere fattivamente la kermesse.

Nello stupore generale l’unica nota stonata è stata l’indifferenza delle istituzioni, incapaci di cogliere la portata globale di affiancare il territorio a un nome come quello di Wayne Marshall e inspiegabilmente assenti dal portare i saluti di rito ad un artista riconosciuto e celebrato in tutto il pianeta.

Cesare Canepari

 

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

SICUREZZA NEI CANTIERI: FACCIAMO ABBASTANZA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK