ELEZIONI REGIONALI: “STUFI DI POLENTA E COMUNICATI, VENGANO A INCONTRARCI IN ASSEMBLEE PUBBLICHE”



Caro Direttore, siamo alle solite: con più ci si avvicina ad un appuntamento elettorale importante e più si susseguono improbabili e autoelogiativi comunicati stampa che in Valle, anche per la crisi di certa carta stampata, leggeranno davvero in pochi. Transeat. È comunque un modo assai maldestro di reagire alla debacle di consensi “ottenuta” recentemente in Valsassina da chi, tentando l’ennesima quanto disastrosa avventura personalistica, ha rimediato per l’ultimo partito che li aveva fiduciosamente accolti solo risultati assai deludenti in ogni comunità delle Terre alte e fatto registrare un significativo quanto traumatico (per loro) cambio di rotta che potrebbe fargli perdere cadrega e stipendio. Ci si chiede pertanto come sia possibile ridare fiducia a chi si presenta solo in campagna elettorale e poi, da un lontano piedistallo, predica di sviluppo turistico e socio-economico in favore della nostra Valsassina. Mai sentito parlare di Affidabilità e Coerenza, che agli elettori piacciono tanto?

Il nervosismo ultimamente cresce, però, a dismisura dopo aver constatato che il loro “peso specifico” è scemato anzi sparito proprio tra quei verdi alpeggi che anche ultimamente dicono di voler rilanciare alla grande. L’ultimo salto della quaglia ha avuto esiti devastanti: visti i recenti risultati dovrebbero abbandonare la stucchevole alterigia che li caratterizza e scendere umilmente al piano. Viene infatti da chiedersi se almeno si sono avveduti che il vento è cambiato o ancora sperano: l’elettorato Valsassinese, diciamoglielo, in ogni paese, si è evidentemente stufato dei politici di professione che ha visto solo in occasione di conviviali “polentate” di varie fogge e colori e mai in una pubblica assemblea, organizzata per confrontarsi “de visu” e seriamente con la gente di montagna per trovare insieme le soluzioni ai loro problemi, infrastrutturali in primis. Timore? Paura? Forse ora ci stanno pensando ma è un po’ troppo tardi, che le mucche sono scappate dalle stalle e il piatto piange in tutta la Valle, fin su in Alta Valle. La fiducia è una cosa seria e non ci si può giocare all’infinito.

Non hanno infatti capito che non basta farci conoscere, con asettici comunicati stampa, l’aggiornamento periodico dei contributi riconosciuti, come è giusto che sia, da PNRR e Regione Lombardia anche ai contribuenti valsassinesi per assicurarsi l’imperitura fiducia e il consenso dei cittadini-elettori: non ne avessero avuto sentore, troppe sono ancora le situazioni che sul territorio della CM richiedono un confronto pubblico della nostra gente con i loro rappresentanti politici, soprattutto di Provincia e Regione. Questo, invece, è stato il loro annoso andazzo da perfetti assenteisti ma alle Politiche con la puntuale risposta dei cittadini gli è arrivato un segnale forte e chiaro, che prima o poi la pazienza finisce. Inoltre, sarebbe il caso che queste roboanti notizie che dovrebbero quanto prima mutare in meglio la vita “de noartri” fossero rese pubbliche direttamente da chi regge le sorti della nostra Comunità Montana, magari in periodici incontri con la popolazione e non da chi conosce così poco la Valle che se viene, non accompagnato, rischia di perdersi tra le brume notturne lungo le sponde del fascinoso torrente Pioverna.

Staremo a vedere se avranno l’ardire di ripresentarsi con lo stesso e ripetitivo libro dei sogni: si sappia ed è bene ricordarlo che fino ad oggi, in 5 anni, non si è messo un mattone sull’altro, in termini di infrastrutture territoriali. Chiacchiere, promesse e proclami oltre a variopinte comparsate ma di concreto ancora nulla di veramente utile e che la popolazione valsassinese possa valutare e toccare con mano. La loro credibilità, oggi, evidentemente sta a “Zero”. Bastasse cambiar casacca…

Se l’orientamento dell’elettorato in Valsassina fosse confermato anche alle elezioni amministrative regionali ne vedremo delle belle e a più di qualcuno, che già si vede con la valigia in mano, gli toccherà sperare in un residuale sgabello di terza o quarta fila che, di solito, non si nega a chi tanto ha fatto e tanto ha faticato per il Bene comune.

Grazie per l’ospitalità.

Claudio Baruffaldi

 

 

 

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

DROGA IN VALLE, SUFFICIENTE LA RETATA IN ALTOPIANO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

ottobre 2022
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK