L’INTERVISTA/ASJA ZENERE: FAMIGLIA E AMICI IL SEGRETO DEL RECUPERO. “COPPA DEL MONDO? HO SOLO DUE STRADE E CI PROVERÒ”



BARZIO – Dopo aver messo in archivio, non senza una lacrima d’emozione, la sua prima vittoria in coppa Europa ottenuta sui pendii di Zinal in gigante, è già tempo di coppa del Mondo per la quasi 26enne (spegnerà le candeline martedì 13 dicembre) sciatrice vicentina, ma valsassinese d’adozione, Asja Zenere.

Sabato infatti la carabiniera ora residente a Barzio sarà impegnata sempre tra le porte larghe del gigante al Sestriere, ma come dimenticare lo stop del 2019 in cui si fermò in allenamento e il responso fu drammatico – frattura del crociato – che la costrinse a quasi due stagioni da semplice spettatrice.
Esatto, fu dura recuperare, ma senza il supporto dello staff e dei miei cari tornare in pista sarebbe stato molto più complicato”.

Poi tanto per non farsi mancare nulla, ecco la frattura a Saas Fe (Svizzera) ancora in allenamento del calcagno nell’ottobre del 2021. Altra batosta difficile da affrontare.
Vero, superai anche questa grazie a famigliari, staff e amici”.

Ed ecco allora che il successo rompighiaccio in coppa Europa assume valori che vanno oltre l’atto sportivo; un trionfo dedicato a?
Mi ripeto, alle persone che mi sono state vicine nei momenti bui, onestamente non vorrei menzionarle, i diretti interessati mi capiranno lo stesso ne sono certa. Grazie di cuore a tutti”.

Asja, rassereniamo l’ambiente parlando di obiettivi futuri. Detto che strappare un pass ai mondiali del 2023 è un sogno impossibile da realizzare, lei a cosa può realisticamente ambire visto che questa è comunque una stagione di fondamentale importanza?
Giusta considerazione, la nazionale non aspetta. Io per cercare di entrare a far parte in pianta stabile del gruppo di coppa del Mondo ho solo due strade: una vincere la classifica generale di coppa Europa, l’altra portare a casa un coppa di specialità. Riuscire ad imporsi in una delle due classifiche mi garantirebbe il sicuro e definitivo approdo tra le migliori. Io sono fiduciosa; la stagione è partita bene, speriamo”.

Lei asseriva che nello sport per emergere serva almeno il 70/100 di fortuna, conferma?.
Assolutamente, o almeno nel mio caso è così. Spero solo di aver pagato per intero il dazio alla cattiva stella ma direi che è meglio vivere alla giornata senza spostare troppo avanti la macchina del tempo, l’ottimismo non deve mai mancare è la base della vita”.

Libera, superG e il gigante, la sua disciplina principe. Insomma una polivalente perfetta…
Direi di sì, nel senso che gareggio in ben tre specialità. La speranza è lavorare sodo e migliorare ogni giorno, staremo a vedere”.

Alessandro Montanelli

 

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

SICUREZZA NEI CANTIERI: FACCIAMO ABBASTANZA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

dicembre 2022
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK