RSA SANT’ANTONIO BARZIO: “150 SETTIMANE, 150 MAIL DEL VENERDÌ… UN RITO CHE NON INTERROMPEREMO”



Il 28 febbraio 2020 abbiamo mandato una mail a tutte le famiglie degli Ospiti, pensando di star loro vicino a pochi giorni dalla “chiusura della rsa”, in un momento che si presagiva difficile.

La settimana seguente, sempre di venerdì, abbiamo mandato una seconda mail, raccontando quanto stava accadendo, cosa ci ha portato a “chiudere”, come stavano gli Ospiti (coccolati, supportati, tutelati) e assicurando che tutto lo staff della rsa si stesse muovendo nella direzione comune del benessere dei residenti.
Nella terza settimana non stavamo pensando di scrivere nuovamente, ma sono arrivate due richieste di parenti che ci segnalavano di non aver ancora ricevuto la mail del venerdì.
Abbiamo capito che in modo casuale era nato un rito.

150 settimane dopo, 150 mail del venerdì dopo, siamo ancora qui.

Non vogliamo interrompere il “rito”, lo faremo quando finalmente si potrà tirare un sospiro di sollievo e non parlare più di pandemia.
Torneremo ancora a comunicare via telefono, messaggi ma soprattutto di persona, ritrovando il Piacere di aprire ed aprirci ancora di più rispetto al pre-covid, consapevoli di ciò che questo virus ha comportato a livello di norme e regole, ma anche di sofferenza, rabbia, dolore.

La situazione è cambiata ovviamente rispetto al 2020 ma si ha sempre la sensazione che manchiamo ancora di libertà e serenità.

Abbiamo provato sentimenti contraddittori, complessi, ambivalenti, alcuni dei quali sono rimasti dentro di noi, pronti ad emergere quando meno te lo aspetti.

Abbiamo visto in questi quasi 3 anni cose che non ci saremmo mai aspettati di incontrare nella vita.
Molti hanno preso strade differenti (lavoro, vita) per la troppa pressione psicologica prolungata nel tempo.
Siamo umani, Fragili ma contemporaneamente forti, come tutti. Io credo che non si possa “dopo tutto questo” non guardarsi dentro e chiedersi se stiamo facendo il possibile per vivere al meglio delle nostre potenzialità e possibilità.

È fondamentale continuare a lavorare con gli Ospiti con serenità e leggerezza (non significa superficialità), voglia di dare, migliorare sempre le cose, perseverare nel proteggerli: gli operatori e i collaboratori della Rsa casa Sant’Antonio fanno di tutto affinché questo avvenga.
Gli ospiti di casa Sant’Antonio, come tutti i fragili e le persone che hanno bisogno di essere accudite e protette, meritano ogni bene.

Veronica Bonicalzi

Direttrice Rsa casa Sant’Antonio
Barzio

 

VIDEO/E LI CHIAMANO GUARDRAIL...

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

MONTAGNA: SVILUPPO TURISTICO O DIFESA DELL'AMBIENTE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

gennaio 2023
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031