DOPO LA FRANA DI VARENNA: IL SINDACO DI PRIMALUNA ARTUSI SOLLECITA GOVERNO ED ENTI LOCALI A FINIRE I LAVORI DELLA VARIANTE



PRIMALUNA – Il sindaco di Primaluna, Mauro Artusi, recentemente molto attivo in Azione Lecco, scrive nella sua veste di primo cittadino una lettera al Governo, alla Regione Lombardia, alla Province di Lecco e Sondrio e alla Comunità Montana Valsassina riguardo i collegamenti stradali direttrice Lecco-Sondrio.

E riguardo la viabilità alternativa sula SP62 a seguito interruzioni sulle SS36 e SP72. Artusi chiede di completare in particolare la “Tangenzialina” di Primaluna senza perdere altro tempo.

“Preg.mo sig. Ministro, sigg. Presidenti, sigg. Assessori e sigg.
Consiglieri,

mi permetto di scrivervi perché gli ennesimi importanti eventi franosi avvenuti nei giorni scorsi in località Fiumelatte di Varenna con l’interruzione al momento sine die della circolazione ferroviaria e stradale sulla SP 72 tra i Comuni di Lierna e Varenna evidenziano ancora una volta l’estrema fragilità geologica e infrastrutturale della parte nord della Provincia di Lecco. Eventi di questo tipo si vanno sempre più ripetendo e le conseguenze sono particolarmente gravi per tutto il territorio lecchese e valtellinese. È noto infatti che le arterie stradali in oggetto sono cruciali per i collegamenti con la provincia di Sondrio e ogni interruzione ha pesanti risvolti in termini di sicurezza, sociali ed economici.

È di questi giorni l’ennesimo tavolo tecnico e istituzionale della Prefettura di Lecco per affrontare tale emergenza che segue di pochi mesi quella del raccordo SS 36 tra Lecco e Ballabio. Un tavolo nel quale sono state giustamente elaborati dei piani di viabilità alternativa per tamponare l’interruzione della circolazione sul lago. Piani che ancora una volta vedono inevitabilmente coinvolgere la sola vera arteria alternativa che è quella della SP 62 della Valsassina che collega Bellano a Lecco.

Voglio quindi porre la vostra attenzione sulla importanza di questa SP 62 nell’ottica anche di grandi eventi che sempre più spesso vedono protagonista la Valtellina, fra tutti le prossime Olimpiadi Invernali. Purtroppo questa arteria in alcuni tratti ha caratteristiche di quando è stata progettata un secolo fa. In particolare il tratto che collega lo svincolo della SS 36 a Taceno e l’attraversamento dell’abitato del Comune di Primaluna e in parte di Introbio. L’abitato di Primaluna in particolare è letteralmente tagliato in due dalla strada provinciale con evidenti risvolti negativi per i residenti e per coloro che vi transitano (in un punto addirittura le dimensioni della strada sono tali da imporre di fatto il senso alternato della circolazione).

Regione Lombardia e Provincia di Lecco hanno finalmente stanziato importanti risorse per realizzare cosi la cd. Tangenzialina di Primaluna in maniera tale finalmente di aggirare i centri abitati. Tuttavia le risorse messe a disposizione non sono ad oggi sufficienti per completare l’opera che si troverebbe inevitabilmente a rientrare nell’abitato della frazione di Cortabbio di Primaluna.

Chiedo pertanto a tutti voi di porre la dovuta attenzione per completare fino in fondo questa importante opera evitando di vanificarne i vantaggi con una interruzione che di fatto creerebbe ancora disagi e rallentamenti. Noi lombardi siamo notoriamente fieri per realizzare e completare opere importanti evitando situazioni altrettanto tristemente note in altre parti d’Italia dove si vedono strade o ponti che finiscono nel nulla. Diamo ancora una volta dimostrazione di capacita ed efficienza. Lo chiedo a nome dei cittadini di Primaluna, della Valsassina e, in particolari situazioni, anche della Valtellina”.

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

FUSIONE IN CENTRO VALLE: INTROBIO DEVE ENTRARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO VALSASSINA