NATALE IN BICICLETTA AL MUSEO DELLA FORNACE. UN WEEK END ALL’INSEGNA DELLE BICI D’EPOCA E DEI CAMPIONI DI OGGI



BARZIO – A Barzio l’8, 9 e 11 dicembre va in scena l’ultima tappa del progetto delle ciclovie. Bici d’epoca dal Ghisallo alla Fornace, l’incontro con i campioni.

Dopo il successo a Gravedona ed Uniti dove il campione di ciclismo Claudio Chiappucci ha inaugurato il primo dei tre eventi che raccontano il grande progetto del nuovo comprensorio delle ciclovie dell’alto lago di Como e l’open day a Bellano per la visita della nuova Cà del Diavol all’orrido, si conclude a Barzio tra l’8, il 9 e l’11 dicembre con una intera rassegna tutta dedicata alle due ruote.

I CAMPIONI DELLA VALLE INCONTRANO GLI STUDENTI
I ragazzi delle classi prime medie di Introbio e Cremeno saranno i primi protagonisti. Il 9 dicembre una intera mattinata sarà dedicata alla biciletta in chiave “new generation”. Grazie ai ragazzi dell’ASD North N Line i 100 impavidi proveranno il percorso ad ostacoli allestito per loro nel padiglione dello Spazio Valsassina, quindi dopo un tè caldo e una fetta di torta offerta dagli Alpini della sezione di Barzio, i ragazzi e le ragazze prenderanno posto in sala Pensa nella vicina Comunità Montana dove incontreranno i giovani campioni della valle. Racconteranno la loro esperienza esaltante Andrea Basile, atleta Team Scott BMT Motobase MDBRS, specilità E-MTB e in video intervista anche Martina Fumagalli, atleta Honda Downhiller Scott, tre volte campionessa italiana di downhill nelle annate 2021/2022/2023.

DAL MUSEO DEL GHISALLO AL MUSEO DELLA FORNACE
Il 9 dicembre, ma anche l’8, il 10, il 17, il 23, il 30 e il 6 gennaio dalle 10 alle 13 e dalle 14:30 alle 18:30 sarà possibile visitare gli spazi del Museo della Fornace che ospiteranno, oltre che gli Elfi, Babbo Natale e la Befana, anche dei ricercatissimi modelli di velocipedi, provenienti dalle collezioni del “Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo”, che “racconteranno” la storia della bicicletta con pezzi unici e irripetibili.

DUE GIORNATE TRA LABORATORI CREATIVI, MUSICA, GASTRONOMIA E ESPOSIZIONE DI BICI MODERNE
Giovedì 7 dicembre dalle 14:30 alle 19:30 partono le visite guidate e i laboratori in compagnia degli Elfi e di Babbo Natale. Alle 20 la suggestiva accensione delle luminarie e degli Alberi di Natale del Museo autoalimentati dalle pedalate dei presenti su speciali bici-dinamo all’insegna della sostenibilità. Alle 20:30 il Concerto di Natale a cura del Corpo Musicale “Bruno Colombo” di Pasturo.
Sabato 9 dicembre dalle 10 alle 18:30 una esposizione “Fuori Museo”, presso il padiglione dello Spazio Valsassina per scoprire le migliori biciclette per l’uso city, trail o MTB da espositori del territorio per scoprire una nuova forma di artigianato di eccellenza. Dalle 100 alle 18:30 sempre nel padiglione, si potranno guardare video e cartine per scoprire tutte le nuove ciclovie del Lago di Como e provare il simulatore di guida bike per vivere le emozioni e le sensazioni di una vera biciclettata tra lago e monti. Dalle 13:00 alle 18:30 i più piccoli con i ragazzi dell’Asd North N Line potranno cimentarsi con le bici in un percorso ad ostacoli avvincente. Fuori dal padiglione anche uno stand gastronomico animato dagli Alpini con vin brulè e prodotti del territorio. Per info e prenotazioni www.valsassinacultura.it – prenotazioni@valsassina.it Tel. 0341/910144.

UN RICCO PROGRAMMA PER UN FUTURO SOSTENIBILE E “GIOVANE” DELLE NOSTRE VALLI
“Lo sforzo fatto dalle due comunità montane della Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera e delle Valli del Lario e del Ceresio per realizzare il nuovo comprensorio delle ciclovie grazie ai fondi europei – spiega Fabio Canepari, presidente della Comunità Montana Valsassina – è solo una tappa che segna la fine di un progetto per ripartire già con il potenziamento di quanto realizzato con la nuova strategia 2021-27. Coinvolgere fin da subito le giovani generazioni raccontando loro cosa possa rappresentare la bicicletta per lo sviluppo del territorio – conclude Canepari – è un modo per guardare al futuro e consegnare loro una eredità importante. Ecco perché quest’anno la kermesse natalizia al museo della Fornace è all’insegna delle due ruote”.

TURISMO SOSTENBILE E NUOVO COMPRENSORIO DELLE CICLOVIE
Gli oltre 5 milioni di investimento destinati alla strategia dell’area interna Alto Lago di Como e Valli del Lario sono serviti a creare un vero e proprio comprensorio di ciclovie nell’alto lago di Como realizzando nuove connessioni e mettendo in sicurezza quelle esistenti per 380 chilometri percorribili. Sono 23 gli itinerari di cui 2 itinerari per principianti, 10 itinerari intermedi, 8 itinerari avanzati, 3 itinerari per esperti. Sono 8 gli itinerari nell’area delle valli del Lario e 15 quelli nell’area della Valsassina. La scala di difficoltà e il tracciamento dei percorsi sono stati verificati dagli esperti del CAI in accordo con Regione Lombardia adottando uno standard internazionale di valutazione.

IL POTENZIAMENTO DEI TRACCIATI PER IL CICLOTURISMO DELL’ALTO LARIO OCCIDENTALE
È stato ideato e sviluppato un intervento da 2,5 milioni (progetto “Itinerari ciclo-pedonali di mezza costa per la valorizzazione dell’Alto Lario”) che ha permesso la realizzazione di 8 nuovi tracciati di mezza costa e in quota, per una lunghezza complessiva di 134 km, con punti di raccordo verso i collegamenti esistenti tra i comuni montani e quelli in riva al lago, dove è già presente una pista ciclabile. Da Sorico, passando da Montemezzo, Vercana, Trezzone, Livo, Peglio, Dosso del Liro, Gravedona ed Uniti, Stazzona, Dongo, Garzeno, Pianello del Lario, Musso fino a Cremia.

IL POTENZIAMENTO DEI TRACCIATI PER IL CICLOTURISMO IN VALSASSINA
Progetto “In bici tra Lago&Monti” sono state tracciate 4 proposte con un investimento di 1,2 milioni identificando 15 itinerari che consentono: di risalire dal Lago verso la Valsassina, valorizzando i tracciati sul Monte Legnoncino; i circuiti ad anello nell’Alta Valsassina; i necessari raccordi con la ciclabile della Valsassina; i percorsi della Val d’Esino.

UNA APP, VIDEO E FOTO PER RACCONTARE LA BELLEZZA DEL TERRITORIO IN SELLA AD UNA BICI
Il supporto allo sviluppo turistico dell’area interna ha previsto, inoltre, la realizzazione di un’ulteriore azione di comunicazione istituzionale per la promozione turistica integrata del territorio dell’area interna. Cartoline e carte tematiche (digitali e cartacee); un piano di promozione (web, social media, inserzioni, …); materiali iconografici (video e scatti firmati dal bellanese Borlenghi); app in collaborazione con Regione Lombardia e integrata al sistema turistico regionale e nazionale. L’investimento complessivo è stato di 350.000 euro.

UNO SGUARDO ALLA PROSSIMA PROGRAMMAZIONE CON UNA CHIARA FOTOGRAFIA DEL PRESENTE
Il progetto ha anche finanziato una accurata indagine condotta da Lariofiere la cui presentazione in anteprima è fissata per l’11 dicembre a Barzio. Emerge dai dati il profilo del turista in bicicletta sul lago di Como e in alto lago e il “peso” del comparto economico che si sta sviluppando sul territorio. Anche in questo caso l’appuntamento è per la seconda edizione degli Stati generali del cicloturismo del Lago di Como in collaborazione con le istituzioni del territorio di Como e Lecco per fare il punto sulle molte iniziative dei territori da Como a Lecco sul cicloturismo e fare sistema per una promozione integrata di un unico grande comprensorio del cicloturistico del lago di Como.

COSA SONO LE AREE INTERNE E LA STRATEGIA “ALTO LAGO DI COMO E VALLI DEL LARIO”
Il percorso della Strategia d’Area “Alto Lago di Como e Valli del Lario” ha preso avvio nel 2018, nell’ambito della Strategia Nazionale Aree Interne 2014/2020, interessando 31 Comuni ricompresi tra la Comunità Montana Valsassina, Valvarrone Val d’Esino e Riviera (Lecco) e la Comunità Montana Valli del Lario e del Ceresio (Como). La Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI) è un piano strategico pensato per valorizzare e sviluppare le zone interne, spesso caratterizzate da sfide come spopolamento, mancanza di servizi e minori opportunità economiche. L’obiettivo è quello di promuovere lo sviluppo sostenibile di queste aree, investendo in infrastrutture, servizi, economia locale e preservazione delle risorse culturali e naturali. La Strategia d’Area Alto Lago di Como e Valli del Lario, attuata nel periodo 2018/2023, ha permesso di realizzare una serie di progettualità tra loro complementari, che hanno visto la partecipazione non solo dei Comuni ma anche una serie di realtà locali pubbliche e private del territorio.

 

 

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

"ALLARME" PER I LUPI: HA SENSO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK