RUBRICA. CON GLI OCCHI DI CHRIS: “OLTRE LA DUALITÀ: ALLA RICERCA DELL’EQUILIBRIO INTERIORE”



PRIMALUNA -Quarta puntata della nuova rubrica che ci accompagna di settimana in settimana con gli scatti più emblematici di Christopher Anelli Manzoni.

Ogni mercoledì l’autore di Primaluna ci presenta una sua fotografia commentata. L’immagine di oggi, “Oltre la Dualità“, tratta della ricerca dell’equilibrio interiore da parte dell’uomo.

L’autore la descrive così:

L’essere umano è un continuo equilibrio tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, guardarsi allo specchio giorno per giorno, confrontarsi con se stessi è l’unica via per raggiungere la consapevolezza della propria anima, due facce che guardano, che si parlano trovando un punto di incontro, bene e male, vita e morte , amore e odio… L’una non esisterebbe senza l’altra.

In un mondo intriso di contraddizioni e dualità, l’essere umano si trova costantemente a navigare tra le acque torbide del bene e del male, della luce e dell’oscurità. Ogni giorno ci troviamo di fronte a scelte che mettono alla prova la nostra moralità e la nostra integrità, costringendoci a confrontarci con la nostra coscienza e a cercare la verità nel labirinto dei nostri pensieri più profondi.

Il riflesso nello specchio diventa il nostro giudice più severo, rivelando le nostre imperfezioni e le nostre virtù con una chiarezza spietata. È solo attraverso questo confronto diretto con noi stessi che possiamo sperare di trovare la pace interiore e la saggezza necessaria per affrontare le sfide della vita con coraggio e determinazione.

Le due facce che ci guardano rappresentano le molteplici sfaccettature della nostra anima, i contrasti che ci rendono umani e allo stesso tempo divini. È nell’incontro e nella fusione di queste dualità che troviamo la nostra vera essenza, un’essenza che abbraccia la totalità dell’esperienza umana, con tutte le sue contraddizioni e ambiguità.

Il bene e il male, la vita e la morte, l’amore e l’odio sono i pilastri su cui si regge l’universo dell’esistenza umana, intrecciati in un intricato balletto di opposizioni che danno forma alla nostra realtà. Senza l’uno, non potremmo conoscere l’altro; senza il contrasto, non potremmo apprezzare la bellezza della diversità e della complessità che caratterizzano la nostra vita.

Nella foto, l’osservatore è accolto da una suggestiva rappresentazione visiva della dualità umana attraverso due metà distinte dell’immagine che si fondono armoniosamente insieme. La prima metà dell’immagine cattura l’essenza del giorno, con un cielo vibrante dipinto da tonalità calde di arancio e giallo, evocando sensazioni di vitalità e rinascita. Le nuvole scure che solcano il cielo conferiscono un senso di profondità e mistero, suggerendo un’ombra che si cela dietro la luminosità del giorno.

Dall’altra parte, la notte rivela la sua presenza con tonalità scure di nero e blu navy, creando un’atmosfera di quiete e contemplazione. La strada che si perde all’orizzonte, segnata da linee bianche, simboleggia un percorso da seguire verso l’ignoto, mentre gli alberi che fiancheggiano il cammino si ergono come sentinel…

La divisione netta tra le due metà dell’immagine invita lo spettatore a riflettere sulla dicotomia tra luce e oscurità, giorno e notte, vita e morte. I due volti opposti della natura umana si svelano in tutta la loro complessità e contraddizione, offrendo uno spaccato della dualità che risiede in ognuno di noi. Attraverso questa rappresentazione visiva, lo spettatore è chiamato a esplorare i confini tra ciò che è visibile e ciò che è nascosto, tra ciò che è chiaro e ciò che è sfumato, alla ricerca di un equilibrio interiore che possa armonizzare le molteplici sfaccettature dell’anima umana.

Foto scattata il 17/8/2023 
a Primaluna, Valsassina ( al tramonto)

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

DROGA IN VALLE, SUFFICIENTE LA RETATA IN ALTOPIANO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK