L’Alpe di Paglio alza la voce ”Soldi anche per l’Alta Valle”



Continua a far parlare di sè l’Alpe Paglio con il comprensorio sciistico del Pian delle Betulle: molte le idee, le cifre e le speranze per gli sciatori che amano la tranquillità e le bellissime piste dell’Alta Valle, molti gruppi nati su Facebook spingono sulla priorità da dare a questa parte della Valsassina spesso bistrattata ma che si merita un trattamento almeno alla pari rispetto agli altri comprensori sciistici.

Un nuovo gruppo nato da poco ha intenzioni molto chiare. Si chiama Una petizione per Paglio! e con questo intento si presenta, come dichiarato sulla pagina di Facebook: RACCOLTA DI FIRME DA INVIARE ALLA REGIONE LOMBARDIA PER CHIEDERE QUELLO CHE I NOSTRI POLITICI NON SONO STATI IN GRADO DI OTTENERE (sempre che l’abbiano chiesto): LA SEGGIOVIA ALL’ALPE PAGLIO, DIROTTARE UNA PARTE DI QUEI 61.000.000 DA INVESTIRE IN VALSASSINA IN ALTA VALLE.

Parole sicuramente forti e schiette, che centrano il bersaglio e mettono in chiaro l’obiettivo.

Questo l’ultimo messaggio inviato a tutti i membri del gruppo "Petizione per Paglio" in risposta a che chiedeva come raccogliere le firme:

"Le firme possiamo raccoglierle dove e quando vogliamo, tenete presente che ci sono le elezioni regionali quindi la per la presentazione dobbiamo aspettare che si instauri il nuovo governo regionale ,è importante che le firme siano complete di nome e cognome scritto in stampatello, la data di nascita il paese di residenza ed il n° documento di identita,per qualsiasi cosa contattatemi su facebook,per gli amici di" QUELLI CHE VOGLIONO LA SEGGIOVIA PAGLIO/BETULLE " troviamoci ed organizziamoci nel interesse comune di avere quello per cui ci stiamo dando da fare"

Intanto continuano le discussioni nel gruppo ………quelli che "vogliono" la seggiovia Paglio/Betulle: questo uno degli interventi più esplicativi:

Il progetto è stato presentato e deve essere approvato in comunità montana. Il progetto prevede un investimento di poco meno di 900 mila euro.
All’interno del progetto è previsto la sostituzione della sciovia Baby, con una serie di due tappeti trasportatori che dovrebbero coprire la lunghezza dell’attuale impianto e forse superarla di qualche metro; un progetto di riqualifica della pista presepe uniformizzando i pendi e eliminando la strettissima stradina e delle postazioni di innevamento programmato (solo pozzetti per l’acqua con la possibilità di affittare in caso di scarsa neve delle giraffe); una serie di pozzetti per l’innevamento programmato sulla pista del Bosco e una postazione di pompaggio dell’acqua per l’innevamento programmato; una serie di attacchi fissi per ancorare l’argano del gatto delle nevi per permettere una più efficiente battitura.


Il tutto è completamente a spese della società e i contributi statali prevedono un rimborso massimo del 20% a lavori ultimati, sempre previa approvazione del progetto.

Come si può ben capire è uno sforzo imponente per una società come la I.T.A. specie in un momento di crisi come quella attuale, e per questo bisogna lodare positivamente gli amministratori per la coraggiosa scelta effettuata.
Ma per amore delle Betulle questo e altro..
.
 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

MAXI ALBERGO IN COLDOGNA: COSA NE PENSI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO