Il ‘mistero’ del chiosco di Primaluna: che fine ha fatto il gestore?



Sul locale campeggia un cartello. Dice "chiuso per malattia", circostanza che chi lo conosce spera non sia reale. Di certo, dall’ultima domenica di settembre il "chiosco" come viene chiamato il ristorante-pizzeria Pioverna non ha più aperto i battenti. Il giorno di chiusura settimanale è il lunedì, ma dal 27 settembre le serrande sono abbassate e appunto fuori è appeso l’avviso.

Roberto Flematti [nella foto a destra >>>] è molto conosciuto in paese e in generale in Valsassina; oltre all’esercizio di via Caraletta – la cui struttura è di proprietà della famiglia Pomi – ha avuto per qualche tempo un disco-pub a Cortabbio, il "Flemmy" (chiuso a sua volta dall’inizio del 2010). Il suo profilo su Facebook è fermo invece dallo scorso mese di marzo. Insomma, è come se il ristoratore fosse in qualche modo "scomparso".

Chiuso il "Pioverna", chiuso il "Flemmy", in paese e oltre circolano le ipotesi più disparate su cosa sia successo al gestore delle due attività. C’è chi sostiene che sia "scappato", altri dicono di aver visto posta inevasa davanti al pub, ma l’unica certezza è quel cartello che parla di una malattia.

Sono però tanti i valsassinesi che considerano la vicenda come un vero e proprio "giallo". Per questo e solo per questo ce ne occupiamo, trattandosi di un personaggio assai noto. Il nostro è una sorta di appello: se Flematti può, dia un segno di vita, magari con una mail. Tanti clienti e conoscenti ne sarebbero lieti.
 

 

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COME RIEMPI LE GIORNATE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

STRADE VUOTE, LA VALLE ‘RISPETTOSA’

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO