TARES: LO STATO ”BATTE CASSA” E PRIMALUNA MODIFICA LE TARIFFE



Lo Stato centrale continua a pressare sui Comuni per accelerare l’approvazione dei regolamenti e definire le tariffe. Così è successo a Primaluna, dove a giugno era stato approvato il regolamento Tares fissando le date della riscossione: 30 novembre per la prima rata (che doveva essere pari all’ottanta per cento della Tarsu 2012) e il 28 febbraio 2014 con il restante 20%, maggiorato dai 30 centesimi per metro quadrato imposti dal Ministero dell’Economia. 

Proprio dal Ministero arrivano pesanti novità, prima una circolare che chiede ai comuni di riscuotere l’intera imposta entro fine 2013, dopo un’altra che "ci ripensa" (magari per le proteste dei comuni stessi) ma chiedendo comunque di avere nelle casse dello Stato entro la fine dell’anno il totale dei 30 centesimi per metro quadro. Inoltre, le scelte su modalità e tariffe non potranno più essere decise in giunta ma dovrà essere il consiglio comunale a dare le direttive.

Dunque, si torna indietro e si cambia ancora il regolamento Tares e la relativa tariffa, almeno a Primaluna – dove, se l’imposta andrà in porto, verrà riscossa una prima rata a fine novembre pari al 40% della Tarsu 2012 maggiorata dai 30 centesimi per metro quadrato (soldi che andranno direttamente alle casse dello Stato). La seconda rata, quella che conguaglia la differenza del pagamento di novembre con il totale dovuto, dovrà essere pagata entro la fine di febbraio. Ma le brutte notizie non finiscono qui: sempre Roma vuole che la Tares 2014 venga corrisposta per intero entro la fine del prossimo anno. 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CAMBIAMENTI CLIMATICI: PROBLEMI ANCHE IN VALSASSINA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

settembre: 2013
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30