VITALI: A PASTURO IN ANTEPRIMA IL NUOVO ROMANZO



Nell’ambito delle "serate del Grinzone", lunedì sera Andrea Vitali è stato ospite nella sala del cineteatro Bruno Colombo di Pasturo. L’incontro è stata anche occasione per lo scrittore per presentare il suo ultimo romanzo, "Di impossibile non c’è niente". L’opera è stata presentata in anteprima assoluta: infatti uscirà soltanto giovedì. I pasturesi perciò sono stati i primi a poter acquistare e farsi autografare il nuovo racconto dello scrittore bellanese.

Si tratta del quarto lavoro di quest’anno per Vitali. "Molti si chiedano se non siano troppi" ha spiegato lo scrittore a inizio presentazione. "Per me non lo sono. Non scrivo per guadagnare, se no avrei fatto altri mestieri. Scrivo quello che mi sento, senza basarmi troppo sulle vendite".

Vitali ha raccontato le vicende del suo nuovolavoro al pubblico accorso per l’evento, con la solita ironia e la parlantina divertente che lo contraddistingue. Il nuovo romanzo è una fiaba: infatti sarà edito da Salani, collana solita a pubblicare racconti per bambini e ragazzi. "Si tratta di una fiaba, è vero. Ma secondo me non è rivolta solo ai più piccoli: io stesso leggo le fiabe, e penso che questa storia possano leggerla anche gli adulti".

Questo nuovo libro racconta di un ospizio, in cui si trovano ospitati i personaggi più disparati dell’immaginario collettivo: da Babbo Natale ai sette nani, dalla Befana al topino dei denti, passando per la cicogna che porta i neonati, e così via. Questi personaggi sono ormai dimenticati dai bambini: ma sarà proprio uno di questi che li contatterà per risolvere un problema urgente.

"Come sempre, lo spunto del romanzo è preso da vicende che vivo o sento raccontate" racconta lo scrittore bellanese. "Davanti a casa mia c’è uno splendido bosco, e una ditta di costruzioni voleva abbatterlo per costruirci case e villette. Non volevo che questo bell’ambiente sparisse, per cui con qualche sacrificio sono riuscito a comprarlo e a lasciarlo integro". Infatti proprio davanti alla casa del bambino protagonista c’è un bosco che sta per essere tagliato per gli stessi motivi.

Nella serata VItali ha poi raccontato brevemente le trame degli ultimi romanzi pubblicati: nella fattispecie, "Biglietto, signorina", "Quattro sberle benedette" e "Le premiate sorelle Ficcadenti". Quindi ha risposto a qualche domanda del pubblico, tra cui erano presenti il parroco don Antonio e il sindaco Guido Agostoni. Proprio quest’ultimo ha voluto chiedere allo scrittore quanto abbia influito il lavoro di medico nello sviluppo dei suoi libri.

"Ha influito molto," ha affermato lo scrittore "in quanto il mio lavoro mi ha permesso di rapportarmi con la gente, e soprattutto di sentire le loro storie. Le persone che viene in ambulatorio mi raccontano le loro storie, e molte possono diventare spunto per i miei racconti".

 

 

 

VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

PER AVERE TURISMO È DAVVERO NECESSARIO COSTRUIRE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO