INFARTO A BIANDINO NEL GIORNO DELLA MADONNA, IL MIRACOLO LO FANNO I SOCCORSI, COME TRE ANNI FA. FONDAMENTALE IL DEFIBRILLATORE



INTROBIO – Un escursionista 76enne ha accusato un malore questa mattina in Val Biandino, nel giorno della ricorrenza del voto alla Madonna in cui tanti introbiesi raggiungono in processione la vallata. Decollata l’eliambulanza, provvidenziale è stata la presenza in zona di un defibrillatore e di alcuni uomini del Cnsas che sapevano come utilizzare lo strumento.

L’anziano, un 76enne della zona, era in arresto cardiaco: è stato rianimato con massaggio e con il Dae, in poco tempo ha ripreso conoscenza ed è poi stato affidato ai sanitari e all’elicottero che lo hanno portato al “Manzoni” in codice giallo.

L’episodio ripbiandino elisoccorsoorta alla mente un’analoga situazione di tre anni fa. Era infatti sempre nella giornata della Madonna della neve, il 5 agosto 2014, che in zona santuario un 53enne si accasciò al suolo e fonti ufficiali ne confermarono il decesso. Invece grazie all’assistenza immediata dell’équipe medica, l’uomo si riprese e dopo circa mezz’ora venne caricato sull’eliambulanza destinazione ospedale.

L’estate precedente, nel luglio 2013, nello stesso posto, una persona perse la vita per un attacco di cuore e la famiglia decise di donare al rifugio un defibrillatore: un gesto di grande generosità che si è rivelato determinante.

In occasione di manifestazioni che si svolgono in montagna, spesso il Soccorso alpino è presente sul posto con le squadre pronte a intervenire. In caso di necessità infatti essere tempestivi e risparmiare tempo prezioso fa la differenza.

 

 




LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO Valsassina




I SONDAGGI DI VALSASSINANEWS

FRANE, LA VALLE E IL LAGO "VANNO A PEZZI": CHE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...