CORSA IN MONTAGNA/ALLE BETULLE EMOZIONI E COLPI DI SCENA, I TITOLI A XAVIER CHEVRIER E ALICE GAGGI



corsa in montagna italiani betulle junioresMARGNO – Epilogo questa mattina a Pian delle Betulle dei campionati italiani di corsa in montagna 2017, una edizione fortemente condizionata dall’anomala stagione che ha ruotato inevitabilmente intorno al mondiale di Premana e che di fatto presentava contenuti diversi rispetto alle precedenti edizioni.

Ma a metterci pepe è venuta in soccorso una Eolo Mountain Classic Cup che ha tenuto gli appassionati con il fiato sospeso fino all’ultimo oltre a delle bellissime gare che per tasso tecnico e duelli tra i pretendenti al titolo italiano hanno davvero mostrato il mountain running italiano al massimo del proprio livello.

corsa in montagna italiani betulle chevrierLivello incredibile e gara bella e combattuta quella della categoria regina, due giri di cui uno corso sfidandosi a viso aperto per lasciare poi spazio ad un finale ricco di colpi di scena, sorprese e bellissime conferme. La prima è quella del ritrovato capitano azzurro Bernard Dematteis che ha fatto gara da assoluto protagonista guidando l’attacco che ha scombussolato la gara, a resistergli un uomo in missione: Xavier Chevrier, il campione d’Europa riceve dall’amico e compagno di squadra in azzurro l’attestato di stima più bello nella gara corsa “a tutta” di Berny, che nulla poteva chiedere a questo campionato italiano dopo la prima parte di stagione da buttare e che ha invece dato tutto fino alla fine, da grande campione.

Chevrier non mollava la presa e sull’ultima salita passava Bernard, involandosi verso il suo secondo scudetto senior, unico “non Dematteis” capace di cucirsi il tricolore sul petto dal 2008 ad oggi, gara perfetta, gara da campione vero. Festeggia in un tripudio assordante l’Atletica Valli Bergamasche di Leffe, la storica Società di Vanna Castelletti, oggi più che mai faro e guida del movimento, vincente su tutta la linea, ivi inclusa quella della Eolo Mountain Classic Cup che finisce nelle mani di Cesare Maestri, 6° e bravo a soffrire in giornata difficile mentre davanti a lui si scatenava l’attacco dell’Atletica Valle Brembana che piazzava un immenso Francesco Puppi al 3° posto di giornata dietro a Chevrier e B. Dematteis, oltre ad un maiuscolo Alex Baldaccini, 4°.

corsa in montagna italiani betulle femminileNella gara femminile la presenza della ruandese Celine Iranzi non incide nella lotta al titolo italiano anche se è da applausi l’assolo dell’atleta africana che mette in fila tutte le protagoniste. Dietro ci si giocava tutto, coppa e scudetto. A prevalere al termine di lotta serrata Alice Gaggi (La Recastello). Per lei arriva il “doblete”: Titolo Italiano e Mountain Classic Cup in una stagione che dati alla mano è da incorniciare.

corsa in montagna italiani betulle juniores 1Tra gli Junior dominio incontrastato per il vicecampione d’Europa e del Mondo in carica Daniel Pattis, titolo italiano mai davvero in discussione che l’altoatesino del Sued Tirol Team Club legittima con una vittoria netta costruita in salita e poi controllata dal ritorno di un ottimo Andrea Prandi (Atl. Alta Valtellina) 2° alla fine con 17” di distacco. Al femminile vittoria di giornata per Paola Varano (GS Bognanco) che precede sul traguardo la trentina Linda Palumbo di soli 11”.

 

> CRONACA, CLASSIFICHE E IMMAGINI
SUL PORTALE DI SETTORE CORSAINMONTAGNA.IT

 

 

 




LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO Valsassina




I SONDAGGI DI VALSASSINANEWS

FRANE, LA VALLE E IL LAGO "VANNO A PEZZI": CHE FARE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...