SUPERIORI/CIAO CIAO, BIENNIO IN ALTA VALLE. NIENTE DA FARE, ECCO PERCHÉ



CASARGO – Sembrava fatta – e anzi un po’ di trionfalismo pochissimo scaramantico è andato sparso e sprecato – ma invece no: niente biennio delle superiori in Alta Valsassina, in capo all’Istituto comprensivo di Premana e ospitato al CFPA di Casargo. L’alberghiero però non ha colpe (se ve ne sono), si sarebbe infatti limitato a fare da ‘contenitore’. La disfatta di quella sperimentazione con i primi due anni generici delle superiori ha varie cause, anche un po’ scoordinate tra loro. Eppure, i presupposti parevano esserci, almeno in parte.

Negli ambienti scolastici si sprecano i commenti – e le critiche. “Sbagliata l’idea di provare con una sorta di ragioneria” accusa una insegnante lecchese; “Ora vanno forte i licei, era meglio al limite un tecnico di altro tipo” le dà sponda un dirigente scolastico che preferisce mantenere l’anonimato.

Beninteso, non ci sono solo le scelte, tra i motivi del ko: se praticamente nessuno – si parla di 4/5 ragazzi in tutto – voleva frequentare il famoso biennio, si deve considerare pure il calo delle nascite, quel fattore demografico che mette in difficoltà la creazione di classi negi asili e alle primarie, figuriamoci alle superiori. Lo stesso CFP ne sta risentendo, con la prospettive di avere due classi prime e non più tre come in altri tempi. Ma detto questo, non sfugge come anche l’aspetto della comunicazione sia stato gestito in maniera quantomeno discutibile. E forse, la serata di presentazione fatta a Introbio con presenza impalpabile di genitori è la cartina al tornasole della disfatta: pochi i presenti in quello che era stato considerato (a torto) un potenziale ‘serbatoio’ di studenti per le due classi in Alta Valle. Sempre in ambito didattico poi emerge una ulteriore criticità quando si sussurra che in fondo proprio nei paesi più direttamente interessati – Casargo e soprattutto Premana – la “spinta” verso il nuovo biennio sia mancata. Anche proprio nell’ambito del Comprensorio.

Morale, questa scuola non s’ha da fare. Almeno per ora. Con buona pace di chi si era “esaltato” per un progetto poi miseramente naufragato. I valsassinesi, se devono frequentare una ragioneria preferiscono fare il Parini a Lecco.

Strano? Neanche troppo, se si conosce questa Valle.




VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

PICNIC E SCAMPAGNATE, TORNERANNO TURISTI E VILLEGGIANTI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

febbraio: 2019
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728