DON GABRIELE COMMENTA IL VANGELO DELLA SECONDA DOMENICA DOPO IL MARTIRIO DEL BATTISTA



In questo Vangelo, molto denso e ricco di diversi significati, emerge ancora una volta l’unità fra Gesù e il Padre: Il Figlio agisce come vede agire il Padre,il Padre ama il Figlio e gli ha manifestato tutto,il Padre ha dato al Figlio il potere di giudicare,chi non onora il Figlio non onora il Padre.

Dice ancora il Vangelo di Giovanni:“Dio nessuno lo ha mai visto,solo il Figlio che viene dal Padre ce lo ha rivelato”.

Gesù è il grande rivelatore del Padre non solo con le sue parole, ma anche nei suoi gesti e nella sua stessa persona.

Il compimento della volontà del Padre, che è poi il ricondurci a Lui, è il grande desiderio di Gesù.

Il Vangelo di oggi è per noi un invito a recuperare questa consapevolezza.

Il nostro modo di pregare rivela il cammino della fede.

C’è un primo passo, quando preghiamo Maria: abbiamo bisogno di lei, del suo dolore di madre, e ciononostante della sua fiducia e bontà; e se ci è difficile accettare da Gesù la sua parola esigente, la accettiamo da Maria.

Ma Maria non vuole trattenerci a sé: ci porta a Gesù.

Gesù potremmo dire che è il punto nevralgico della nostra fede: nella sua umanità si manifesta il Padre (“chi ha visto me ha visto il Padre”) e si realizza la nostra salvezza (“per le sue piaghe noi siamo stati guariti”).

Per questo Gesù può dire: “Io sono la via…., nessuno viene al Padre se non per mezzo di me”.

Tutto è stato consegnato dal Padre a Gesù, e tutto un giorno Gesù ricondurrà al Padre “perché Dia sia tutto in tutti”: è la grande visione di fede cui accenna Paolo nella 2a lettura di oggi, ed è il compimento di tutta la storia, personale e universale, secondo la rivelazione cristiana.

Certo la fede cristiana è una cosa enorme, ma se questa fede è vera, questo è il solco, il cammino nel quale si colloca la nostra vita e tutta la storia.

Davanti a tanta indifferenza, distrazione o negazione pratica di tutto questo, quanto è vera e necessaria anche per noi la preghiera degli apostoli:

“Signore Gesù, facci conoscere il Padre!. Chini sul nostro lavoro, sulle nostre sofferenze, chiusi in soddisfazioni effimere e apparenti, divisi tra noi da egoismi e ingiustizie,noi non alziamo lo sguardo verso di Lui,il Padre che ci ama e che ha mandato te per la nostra salvezza,per ricondurci, riconciliati, a Lui,fonte del vero amore e della gioia”.

E’ questo il cammino della nostra vita, alla luce della fede.

 

Don Gabriele
Vicario Parrocchiale

 

 

 

 




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

SCUOLA, AULE IN MUNICIPIO: SECONDO TE SONO OK?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

settembre: 2020
L M M G V S D
« Ago    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930