DIARIO DEL TODESCHINI: LA MEMORIA SI FA STORIA E INCONTRA LE NUOVE GENERAZIONI



BARZIO – Un volume al passo coi tempi, che non si lascia sopraffare da eroismi e retorica e che per scelta si rivolge alle nuove generazioni facendo propria una divulgazione documentata e documentale. Questo è Quarto libro nero ribelli. Il diario di Giovanni Battista Todeschini che i quattro coautori definiscono “autoprodotto e stampato ai soli fini della diffusione della memoria”.

Giovedì sera nella sala Pensa della Comunità Montana Augusto Giuseppe Amanti, Gabriele Fontana, Massimo Lazzari e Wilma Milani hanno presentato il lavoro di ricerca, analisi ed edizione ad un pubblico vario e vasto. “Un libro fondamentale per la storia della Resistenza valsassinese – ha riconosciuto il presidente della locale sezione Anpi Angelo Pavoni – che propone una chiara visione di quel periodo drammatico verso la costruzione di una memoria condivisa”. Apprezzamenti anche dal padrone di casa, il presidente dell’ente comunitario Fabio Canepari: “Un lavoro che ci fa conoscere la storia dei nostri genitori e ci tocca tutti nel profondo perché tratta le vicende di persone che si conoscono. Mi ha colpito particolarmente lo sguardo verso i giovani e l’attenzione rivolta alle scuole”.

Il volume infatti verrà donato, in occasione della prossima Festa della Liberazione, a tutte le studentesse e gli studenti delle scuole medie di Cremeno, Introbio e Premana.

Ma tutto l’impianto del volume guarda ai giovani con approfondimenti sulla lingua e la società dell’epoca, ma anche con brevi divagazioni nella geologia e nella storia antica per meglio inquadrare la centralità di Premana in ambiti quali, ad esempio, i collegamenti e i traffici commerciali. In quello spazio di frontiera, tutt’altro che marginale ed emarginato, il tenente Giovanni Battista Todeschini si mostrò capace “di tenere insieme la Resistenza per così dire ‘rossa’ proveniente dalle città con quella bianca, molto religiosa, degli sbandati di Premana” spiega Gian Battista Sanelli, nipote del protagonista e custode del diario.

A motivare l’intendo divulgativo Wilma Milani: “In queste pagine vediamo un punto di incontro e formazione per i ragazzi, per parlare con loro e non solo tra di noi. Alle 85 pagine del diario, tutte quelle giunte a noi, abbiamo aggiunto materiali didattici che dal locale spostano il discorso sul globale e che rendono leggibile il diario anche a chi non conosca Premana, gli alpeggi e i sentieri”.

Al diario del Todeschini si applicò infatti lo storico premanese Antonio Bellati, arricchendolo con testimonianze dirette ma con la premura di non urtare la sensibilità di chi era ancora in vita. Un lavoro che fu pensato per la sola comunità di Premana con termini dialettali difficilmente comprensibili all’esterno. Il volume di oggi invece ha potuto giovare dell’apertura di nuovi archivi, “quindi dalla consultazione di una mole enorme di documenti – fa notare Amanti – gli ultimi dei quali rilasciati solo lo scorso 29 luglio”. Documenti che in quantità sono stati inseriti nel volume “così che ognuno possa leggerli e trarre le proprie conclusioni” precisa Milani.

Ad accompagnare la serata gli intermezzi musicali di Massimo Lazzari, con quattro brani scelti non a caso. Per i ribelli il celebre Ribelli della montagna, per gli Alpini Pietà l’è morta (nota anche come Sul ponte di Perati), per gli sbandati Ma mi con le parole di Giorgio Strehler e infine per guardare al futuro Oltre il ponte, scritta da Italo Calvino.

La presentazione del volume prosegue nei prossimi giorni con appuntamenti a Taceno, Introbio, Barzio e Cassina.

C.C.

LEGGI ANCHE

PREMANA: IN TANTI PER CONOSCERE IL DIARIO DEL TENENTE TODESCHINI

“LIBRO NERO RIBELLI”, L’ANPI PUBBLICA IL DIARIO DEL PARTIGIANO PREMANESE GIOVANNI BATTISTA TODESCHINI

 

 

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

COME GIUDICHI L'ATTIVITÀ DELL'UNIONE EUROPEA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

dicembre 2022
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK