PASTURO: SCHERMAGLIE SUL MUTUO PER LA NUOVA SCUOLA. LA MINORANZA DISERTA, AGOSTONI INASCOLTATO SI ASTIENE



PASTURO – Minoranza assente e capogruppo di maggioranza astenuto. Non viene accolta benissimo a Pasturo la decisione di un mutuo da oltre mezzo milione di euro per costruire la demolizione e edificazione della scuola primaria “Andrea Orlandi”. Provvedimento che passa con i voti della maggioranza dunque, ma non compatta.

“Il 21 aprile è stata realizzata una delibera che autorizzava l’amministrazione ad accendere un mutuo da 560mila euro per poter coprire la parte non finanziata dal Pnrr e arrivare, quindi, alla quota di 5,6 milioni – afferma il sindaco Pierluigi Artana -. Tra la presentazione del progetto esecutivo e quello definitivo sono passati due anni e ciò ha determinato un incremento dei costi con una cifra finale di 6.650.000 euro. Al momento si deve trovare la copertura economica di 950mila euro, nonché i soldi necessari per poter realizzare l’intervento. Il Gestore Servizi Energetici garantisce di poter aiutare nel finanziamento a patto che l’edificazione presenti determinate caratteristiche. Gli adeguamenti che però dovremmo fare sono al limite con le tempistiche dettate dal Pnrr. Per poter aprire la gara d’appalto dobbiamo avere una copertura economica e un mutuo flessibile di 750mila euro”. In totale insomma oltre un milione e 300.000 euro in mutui.

Si alza e lascia l’aula prima della votazione Marinello Manzoni, l’unico consigliere di minoranza presente al consiglio comunale – Sergio Orlandi Arrigoni e Manuele Domenico Invernizzi, invece assenti volontari. Gesto così motivato da Manzoni: “La situazione peggiora sempre, i costi si sono alzati nuovamente e il bilancio ne risente. Non intendo continuare a discutere in questa sede e nemmeno deliberare su un punto che ci vede assolutamente contrari. Lo consideriamo un intervento avventato, non condiviso con nessuno e gestito in maniera troppo personalistica. L’assenza di Invernizzi e Arrigoni è dunque motivata ed io, per coerenza alle mie scelte, vi ringrazio e vi saluto”.

Si astiene dalla votazione sulla variazione al bilancio di previsione 2023/2025 con autorizzazione all’assunzione di mutuo flessibile per la demolizione e edificazione della scuola primaria “Andrea Orlandi”, anche l’ex sindaco e membro della maggioranza Guido Agostoni, denunciando poco confronto all’interno del gruppo.

“La soluzione di costruire una nuova scuola demolendo l’attuale poteva essere approfondita meglio – inizia Agostoni -. Vedo la scelta fatta costosa, rischiosa e disinserita dal contesto istituzionale e ambientale. Nel 2023 il costo previsto è 4,5 milioni, si passa poi a 5,7 milioni per arrivare ai numeri attuali: parliamo di un incremento di quasi il 50% prima ancora di iniziare i lavori. A questi si potrebbero aggiunge costi per eventuali intoppi esterni. Mi astengo sperando che ci sia la possibilità di interloquire maggiormente su questo tema. Fino ad ora ogni cosa detta non è stata ascoltata”.

Sara Galluccio

 

Tags:

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

NEL 2024 MAXI TORNATA ELETTORALE: VOTERAI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO