EDITORIALE: INTROBIO E QUELLA FUSIONE “TRE PER DUE”. CHE NON SI FARÀ



Diciamocela tutta: questa fusione che ribattezziamo per comodità “3×2”, ovvero quella comprendente anche l’imbucato Comune di Introbio, non si farà. Ci potremmo scommettere fin d’ora, al massimo se ne può parlare per più avanti. Molto più avanti. Intanto avanti coi primi due municipi.

Di mezzo ci stanno qualcosa come 5 tornate elettorali di vario genere, ma soprattutto c’è da smazzare un punto nodale, molto politico, che proveremo a spiegare in poche parole: così com’è, oggi il cammino della fusione dei Comuni del Centro Valle prevede che nell’arco di 1/2 anni si arriverà ad avere un municipio unico denominato Borgo Valsassina – frutto della fusione di Primaluna e Cortenova – dotato del proprio sindaco unitario. Successivamente, e se tutti i passaggi necessari verranno compiuti al meglio, ecco comparire pure Introbio  — che però, per essere incorporato nel suddetto Borgo valsassinese, obbligherà a un’ulteriore tornata elettorale. Significa che i cittadini dei tre comuni interessati andrebbero a eleggere il nuovo sindaco con la sua giunta del maxi municipio “a tre”.

Finora, nessuno degli attori del processo di fusione nel centro Valsassina ne ha mai fatto cenno, tantomeno il sindaco di Introbio. VN invece è in grado di spiegare, legge alla mano, come il passaggio alle urne si renda obbligatorio in caso di una incorporazione che implichi una variazione nella popolazione di almeno il 25%. Proprio il caso introbiese (incorporare Taceno invece non comporterebbe nuove elezioni).

Dove sta lo snodo di cui sopra? Facile, quale sindaco eletto dai primi due paesi sarà disposto ad allargare il nuovo Comune al terzo incomodo, col pericolo di dover passare per una seconda elezione e magari di perdere la propria poltrona? La politica certo ci abituati ad assistere alla qualunque, tra ribaltoni, dietrofront, capovolte e giri di valzer di ogni genere. Ma questo scenario, proprio politicamente, appare talmente improbabile da farci dire che no, il primo sindaco del neonato Borgo Valsassina – sommatoria di Cortenova e Primaluna – di certo non vorrà rischiare il posto.

Aggiungiamo noi: e per quale motivo? Per le mire di chi oggi sta a guardare per poi saltare sulla barca della fusione solo nel caso che questa abbia una serena navigazione?

VN

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

AUTONOMIA DIFFERENZIATA, COSA NE PENSI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK