1° DICEMBRE 2002, ORE 3:11, IL BOATO E LA GRANDE FRANA SU BINDO. UNA TESTIMONIANZA PER NON DIMENTICARE LA PAURA DI 17 ANNI FA



CORTENOVA – Diciassette anni fa la grande frana di Bindo. Pioveva con insistenza da settimane, si temeva qualche smottamento ma nessuno poteva immaginare il disastro di una parete di terra a sommergere una intera frazione del centro valle. Momenti che non solo chi li ha vissuti ma che tutta la popolazione valsassinese non dimenticherà facilmente.

Oggi, 17 anni fa, Ornella venne destata alle fatidiche 3:11 e solo all’alba iniziò ad aver chiaro quanto successe a pochi metri dalla stanza dove dormiva con la famiglia. Ecco la sua testimonianza, per non dimenticare.

 

Questa notte ho dormito poco…
Ho rivissuto quella notte dell’1 dicembre 2002 ore 3:11.

Ci eravamo appena sdraiati per riposare un po’ dopo una giornata e nottata in giro per l’incombere sopra Bindo di non si sapeva bene cosa… E dopo pochi minuti, nel dormiveglia un rumore che sembrava lontano, guardo la sveglia 3:11 e in un secondo un frastuono assordante, salto dal letto inizio a urlare…

Via via via scappiamo sta venendo giù tutto, via via… Non si aprono le porte, non c’è più la corrente… Usciamo dal dietro, via, via scappa scappa scappiamo…

Sono passati 10-20 secondi ma è parsa un immensità. Di corsa con la pila in strada… Non si respira, non si vede niente, solo freddo buio e la bocca impastata e il respiro chiuso dalla paura e da quell’odore di terra bagnata e dal non capire cosa poteva essere successo.

Corriamo sulla provinciale verso Cortenova… Pochi passi e la luce della pila ci presenta qualcosa di impensabile, un muro immenso, una parete davanti a noi altissima inimmaginabile… Terra, sassi, un odore che ti chiudeva il respiro, solo buio, qualche lampo di corrente, fumo, o fuoco… Era impossibile credere che la montagna fosse venuta giù.

La nostra casa c’è ancora ma di lì a 100 metri non c’e più niente, né case, né capannoni, né attività.  Sembra tutto sommerso, è impossibile… Solo terra, nebbia, fumo, odore.

Corriamo via, metto la macchina davanti all’ex ristorante Grigna, doppie frecce che se arriva qualcuno si ferma e non va contro quella muraglia di terra e sassi.

E con le prime luci dell’alba in una giornata freddissima col cielo azzurro e limpido abbiamo visto davanti a noi l’immagine di un disastro inimmaginabile, questa immensa montagna di circa un milione di metri cubi era scesa giù e distrutto tutto, tutto era restato sotto… Ma per fortuna c’erano ancora le persone, per fortuna che il Luigino (il sindaco Melesi) aveva evacuato, anche contro tanti malumori, metà paese e nessuno si è fatto male o peggio ancora.

E dà lì è iniziato 17 anni fa un lungo periodo di tre anni e mezzo fuori casa, una vita così, nel limbo in attesa che il tempo aggiustasse le cose.

E Noi non dimenticheremo mai.

Ornella

 

GLI SPECIALI A 15 ANNI DALLA FRANA

FRANA DI BINDO, UN AMPIO DOSSIER A TESTIMONIANZA DEL DRAMMA DI 15 ANNI FA. GIÀ DIMENTICATO?

15 ANNI FA LA GRANDE FRANA/VIDEO DI BINDO PRIMA E DURANTE LA TRAGEDIA

FRANA DI BINDO, 15 ANNI DOPO ANCHE UNA POESIA: “M’ERA MIGA DORMII…”

 

 

Tags: , , , , ,




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COME VEDI IL NATALE 2020?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

dicembre: 2019
L M M G V S D
« Nov   Gen »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031