CENTRO FONDO BOBBIO: LO SCONTRO GESTORI-COMUNE FINISCE IN TRIBUNALE



BARZIO – Controversia complicatissima, che passa dalla gestione della ricostruzione del Centro Fondo dei Piani di Bobbio – andato a fuoco nel 2017 e ricostruito successivamente con danni per oltre mezzo milione di euro – mettendo l’un contro l’altro il Comune di Barzio (proprietario) e il gestore ovvero la società Trifoglio Srl. La questione attraversa due diverse amministrazioni comunali – quella guidata da Andrea Ferrari prima, dialogante coi gestori, e l’attuale con sindaco Giovanni Arrigoni Battaia.

Il Comune di Barzio

Oggi era in programma una “negoziazione assistita” ovvero una sorta di mediazione tra i legali delle due parti, che hanno visioni diverse su una serie di questioni economiche e di interpretazioni alla luce dei lavori di restauro che hanno reso praticamente nuovo il Centro Fondo barziese.

Ma il confronto in municipio pare essere andato malissimo, trasformandosi in una disdetta del contratto da parte della Trifoglio – con la querelle che a questo punto rischia di doversi trasferire in un’aula di tribunale.

L’incendio del 4 marzo 2017 distrusse in pratica l’intera struttura del Centro, con una portata dei danni stimata complessivamente oltre i 500.000 euro (copertura assicurativa inadeguata). L’ente pubblico si trovò in difficoltà a procedere celermente alla ricostruzione del bene comunale, per questo, dopo una valutazione congiunta degli effetti che avrebbe potuto determinare l’allungamento dei tempi per il ripristino della struttura, il municipio deliberò che la Trifoglio Srl ricostruisse il Centro – sotto la supervisione della stessa amministrazione comunale. Comprendendo anche agli adeguamenti normativi, necessari ed imprescindibili per ottenere l’agibilità.

“Il percorso della ricostruzione – afferma oggi il gestore – fu dettagliatamente indirizzato dai periti di parte, nominati dal Comune, che scandirono tutti i passaggi della ricostruzione – a loro volta ratificati da due delibere emanate dalla stessa amministrazione comunale“.

Ma nel frattempo con le elezioni del 2019 la maggioranza a Palazzo Manzoni cambia.

A lavori ultimati e a pratiche già supervisionate da esperti nominati dal Comune e deliberate dalla precedente amministrazione comunale” gli amministratori subentranti, contestando il contenuto di atti già deliberati e mai impugnati, hanno sospeso bruscamente il percorso intrapreso da anni “innescando un contraddittorio irrisolvibile in sede di negoziazione, che porta in data odierna la società Trifoglio a fare un passo indietro ed avvalersi della facoltà di interrompere il contratto di gestione con una formale disdetta avendone facoltà“.

Pesanti i commenti post riunione odierna: sempre la Trifogliodichiara essere venuto meno il rapporto di fiducia, di fronte alle posizioni assunte dalla nuova amministrazione” e di “non essere più disposta a sostenere un dialogo inspiegabilmente non rispettoso del contenuto di atti formali a suo tempo regolarmente deliberati ed esecutivi perché mai impugnati, che avrebbero concluso serenamente e velocemente la vicende senza oneri aggiuntivi per il Comune“.

La conclusione appare inevitabile: “Sarà ora il tribunale a decidere nel merito“.

RedBar

 

DAL NOSTRO ARCHIVIO, SUL TEMA:

INCENDIO AL CENTRO FONDO, STORIA ANCORA APERTA: “NEGOZIAZIONE ASSISTITA” (AVVOCATI) PER IL CONTO FINALE

DOPO L’INCENDIO/FINITI I LAVORI, INAUGURATO IL “NUOVO” CENTRO FONDO AI PIANI DI BOBBIO

BOBBIO/CENTRO FONDO AFFIDATO PER ALTRI 12 ANNI, E SUL DOPO INCENDIO IL GESTORE ANTICIPA LE SPESE

“MIRACOLO” AL CENTRO FONDO: GIÀ RIAPRE DOPO L’INCENDIO DI BOBBIO. DOMANI IL LOCALE SCIATORI, SABATO ANCHE IL RISTORANTE

ULTIM’ORA/INCREDIBILE A BOBBIO: A FUOCO IL CENTRO FONDO. BUFERA DI NEVE, IMPOSSIBILE INTERVENIRE PER POMPIERI ED ELICOTTERO




‘BLITZ’ A SANT’ALESSANDRO

I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COME VEDI IL NATALE 2020?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO