SOSPESA L’ALIMENTAZIONE AI CERVI DELLE BETULLE. COSA STA SUCCEDENDO NEL PARCO DEI MISTERI?



parco betulle cervi 1MARGNO – Da qualche settimana non c’è più nessuno che, ufficialmente, si occupi dei cervi ospitati nel parco faunistico ai Piani delle Betulle.

Come segnalato da una lettera giunta in redazione e verificato nelle documentazioni del Comune di Margno non è stato rinnovato l’incarico a chi, dalla scomparsa della cooperativa galbiatese ormai più di un anno fa e passando dagli eventi di cronaca minuziosamente raccontati in questi mesi, ha garantito agli ungulati la pulizia dei ricoveri e il fieno nelle mangiatoie.

In effetti la bella stagione si presta a che gli animali, mai realmente usciti da una condizione selvaggia, possano procacciarsi da soli il necessario con cui sopravvivere. A maggior ragione ora che non ci sono più i caprioli e l’intera area recintata è a disposizione dei cervi.

Tuttavia un provvedimento del genere arriva inaspettato dal momento che inquirenti e magistratura ancora mantengono il riserbo sulle indagini che hanno interessato la struttura. Indagini che si auspica possano anche fare luce su una serie di ombre a partire dall’effettiva proprietà degli ungulati, acquistati dall’ente pubblico con soldi pubblici e poi – così almeno pare al momento – ceduti a una cooperativa privata dai non chiari titoli per la gestione di capi di selvaggina.

Diamo intanto spazio alla lettera del lettore di Margno.

Gentile Direttore, ho trascorso il weekend al Pian delle Betulle e rientro con una notizia che la pregherei di verificare. Sembra che il Comune di Margno non abbia rinnovato il contratto all’Azienda Agricola Galluzzi Daniela per la cura e l’alimentazione quotidiana dei cervi presenti nel recinto.

Ho verificato sul sito del Comune e, in effetti, ho trovato i documenti che le allego.

Con determinazione dell’Ufficio Tecnico comunale Nr. 77 nell’Agosto 2015 si affidava all’Azienda Agricola Galluzzi il servizio di cura e alimentazione quotidiana per il periodo Maggio-Dicembre 2015. L’Azienda Agricola Galluzzi subentrava alle medesime condizioni alla fallita Cooperativa KWA Kusaidia.

In data 30/12/2015 con Determinazione 148 sempre l’Ufficio tecnico comunale rinnovava l’accordo per il periodo Gennaio-Maggio 2016 (di questa determinazione non ho trovato traccia nel sito del Comune).

Le fatture dell’Azienda Agricola Galluzzi per entrambi i periodi sono tutte registrate, protocollate e, presumo, anche liquidate.

Dopo aver parlato con diverse persone al Pian delle Betulle mi sono posto e le pongo la domanda: dal 01 giugno chi si occupa della cura e dell’alimentazione degli animali? Il contratto è stato rinnovato? Se non è stato rinnovato quali sono le motivazioni per il mancato rinnovo? Chi garantisce che gli animali si trovino in buone condizioni di salute e siano alimentati adeguatamente? Chi verifica che l’acqua sia sempre disponibile?

Nel 2015 il Comune si era attivato per garantire cure e assistenza agli animali per il perido maggio-dicembre. E’ possibile che nel 2016 gli animali non ne abbiano più bisogno?

La pregherei di voler verificare la situazione e, considerato quanto accaduto in un recente passato e visto che si tratta ancora una volta di garantire la salvaguardia degli animali, pubblicare prima possibile in merito.

Cordiali saluti,

Lettera Firmata

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CAMBIAMENTI CLIMATICI: PROBLEMI ANCHE IN VALSASSINA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO