IL SOCCORSO ALPINO SI RACCONTA IN DUE SERATE A BARZIO E INTROBIO



BARZIO/INTROBIO – Il Soccorso alpino Valsassina-Val Varrone si racconta e propone due serate, a Barzio e a Introbio, per parlare di sicurezza in montagna e cultura della prevenzione del rischio, oltre ad affrontare approfondimenti sulla nuova legge regionale in materia di interventi di soccorso alpino e speleologico in zone impervie.

Un argomento di grande interesse da parte dei frequentatori della montagna, ma anche complesso e da esaminare con attenzione. Le norme prevedono infatti una quota di compartecipazione alle spese di soccorso a carico delle persone recuperate, nei casi in cui non ci sia la necessità di accertamento diagnostico o di prestazioni sanitarie presso un Pronto soccorso.

I tecnici della XIX Delegazione Lariana del Cnsas Lombardo (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico) saranno a disposizione dei partecipanti per tutte le informazioni in merito. Durante la prima serata, a Barzio, lunedì 22 agosto alle 21 nel salone di Palazzo Manzoni, sarà presente anche una delle figure storiche dell’alpinismo lecchese, Dino Piazza, che racconterà la sua esperienza nel gruppo “Ragni di Lecco”, a partire da quando il Cnsas non esisteva ancora e il soccorso in montagna era portato avanti da persone coraggiose e appassionate, che sfidavano ogni situazione senza avere a disposizione le tecniche e i materiali di adesso.

La seconda serata si svolgerà a Introbio il 24 agosto, dalle 20.30 alla tensostruttura, dove ci sarà anche la proiezione di filmati, oltre al confronto sugli argomenti citati. L’invito è aperto a tutti gli interessati e la partecipazione è gratuita.

 

 




LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO Valsassina




I SONDAGGI DI VALSASSINANEWS

QUANTO TI INTERESSA L'ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...