AZZARDO/PERDE AI VIDEOPOKER E SI INVENTA UNA RAPINA. GIOVANE COLF DENUNCIATA



LECCO – Troppi particolari non tornavano nel racconto che ieri la collaboratrice domestica ha portato ai Carabinieri del Norm di Lecco. Sono bastate poche ore di indagine per capire che mentiva e la realtà emersa era ben altra.

Ventuno anni e di origine ucraina, la giovane è domiciliata in Valsassina dall’anziana per cui lavora che peraltro era temporaneamente assente dal domicilio. Verso le sei di ieri mattina ha attirato l’attenzione dei vicini ai quali ha riferito di essere stata aggredita da due uomini che con una scusa erano entrati all’interno dell’abitazione e l’avevano poi legata ad una sedia e picchiata, prima di darsi alla fuga con mille euro in contanti trovati in casa.

I militari hanno avviato i necessari accertamenti senza trascurare alcun particolare e dopo poche ore sono riusciti a raccogliere inconfutabili elementi per dubitare del racconto della donna, sino a ipotizzare una vera e propria messa in scena. Alla fine la collaboratrice domestica ha dovuto ammettere di aver simulato i fatti per nascondere l’appropriazione del denaro, utilizzato in realtà per giocare a videopoker installati nei vicini esercizi commerciali. Per lei è immediatamente scattata una denuncia per “simulazione di reato”.

 

 

 




LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO Valsassina




I SONDAGGI DI VALSASSINANEWS

QUALE AREA DELLA VALSASSINA SECONDO TE È LA PIÙ BELLA?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...