ALTA VALLE/IL CINGHIALE SFREGIATO DERIDE LA NERA SIGNORA, È VIVO ALLA FACCIA DEL BRACCONIERE



CRANDOLA – Colpito al volto da un bracconiere, dopo la passeggiata tra le case e la fuga nei boschi dell’Alta Valle tutto lasciava presagirne una morte per infezione in tempi brevi. E invece dopo due settimane il cinghiale di Vegno è ancora vivo e non pare affatto trascinarsi.

Il suo passaggio in un centro abitato, seppur piccolo, non passò inosservato e subito partì la ricerca dell’animale per sopprimerlo, evitando a lui inutili sofferenze, e un motivo di pericolo alla popolazione. Solo per caso infatti il gesto scellerato di un cacciatore di frodo non ha avuto conseguenze peggiori.

Qualcuno sostenne che a ferirlo potesse esser stato un veicolo – ma da uno scontro auto-cinghiale, se non fa certo bene al secondo, nemmeno il veicolo ne uscirebbe indenne -, ma ora vi è la certezza che contro l’animale non si è scagliata una jeep ma un ben più infame proiettile.

Ve lo raccontammo ai primi di ottobre. Qualche giorno dopo l’ungulato fu nuovamente avvistato, procedeva a fatica, lingua fuori e claudicante. Oggi torniamo a parlarne perché il grosso cinghiale di morire non ne vuol sapere, anzi continua impavido a sopravvivere, potremmo dire “disobbedendo alla morte”.

C.C.

cinghiale-zerocalcare-ok

Tavola da Zerocalcare, Dodici

 

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

NAMELESS E SAGRA: PERDIAMO EVENTI IMPORTANTI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

ottobre: 2016
L M M G V S D
« Set   Nov »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31