SCANDALO DELLE BETULLE/2: PRESCRITTI E ARCHIVIATI, ECCO CHI E COME



parco faunistico betulle 3LECCO – La prescrizione dei reati ipotizzati è calata come una mannaia sulla vicenda del “parco faunistico” ai Piani delle Betulle e annessi. Responsabilità e colpe, se mai ve ne fossero, non verranno perciò più accertate, nonostante le indagini del Corpo forestale dello Stato e della Procura di Lecco.

Per quanto riguarda i progetti legati alle strutture faunistiche di Pra’ Cainarca a Margno e Ombrega a Casargo si è parlato di abuso d’ufficio e abuso edilizio; la morte violenta della cerva ha lasciato poi pensare a maltrattamenti verso animali. Forse c’è dell’altro, dubbi che però resteranno irrisolti.

CAMOZZINI MOSTRAUn sospiro di sollievo per le non poche persone coinvolte più o meno marginalmente nella storia del parco. Esponenti pubblici in questa storia sono il fu “plenipotenziario” della Comunità montana Valsassina Giacomo Camozzini (ora in pensione), i sindaci di allora in Alta Valle Massimiliano Malugani e Pina Scarpa ed il dirigente della Provincia di Lecco – Direzione Organizzativa V Ambiente e Territorio Luciano Tovazzi.

vito maria straniero kwa betulleCi sono poi coloro i quali entrarono nel recinto lo scorso dicembre 2015 per catturare i cervi con l’avallo dell’attuale sindaco di Margno Giuseppe Malugani, e le imprese locali che negli anni furono incaricate della realizzazione delle strutture. Inoltre resterà il mistero su ruolo e competenze della Kwa-Kusaidia, Cooperativa sociale di Galbiate retta da Vito Maria Straniero a cui una Convenzione affidò la gestione del recinto delle Betulle e della baita di Ombrega.

Tra le motivazioni dell’archiviazione – chiesta dal Pm Paolo Del Grosso e confermata dal Gip Massimo Mercaldo – spicca la prescrizione, istituto che trascorsi sei anni estingue il reato impedendo così di ricostruire la verità giudiziaria della vicenda. Risalgono infatti al 2007 le ipotesi di reato “venute alla ribalta” dopo la morte della cerva, tuttavia è di soli quattro anni fa, del gennaio 2012, la comparsa della Kwa nell’intricata vicenda. Per quanto riguarda invece la morte violenta della cerva, è stato ritenuto inutile procedere in aula in quanto impossibile individuare le responsabilità.

LEGGI ANCHE:

SCANDALO BETULLE, ARCHIVIATO IL “NON PARCO FAUNISTICO”. TRA PRESCRIZIONI E IGNOTE RESPONSABILITÀ

betulle-e-tribunale

LECCO – Nei giorni scorsi il sostituto procuratore della Repubblica Paolo Del Grosso ha archiviato il voluminoso fascicolo relativo ai presunti reati perpetrati nella creazione e gestione del vergognoso “non parco faunistico” delle Betulle, in Alta Valsassina. Sul tavolo della magistratura lecchese era giunta un’ampia documentazione raccolta in particolare dal Corpo Forestale dello Stato, relativa […]

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

CHE SI DICE DEI VALSASSINESI FUORI DALLA VALLE?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

novembre: 2016
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930