“MULATTIERE ASFALTATE”, INIZIANO AD ARRIVARE TESTIMONIANZE E CRITICHE



VALSASSINA – Lanciata ieri grazie alla lettera inviataci da un lettore, prende il via la nostra inchiesta sull’utilizzo (a volte spropositato) di cemento per riabilitare vecchie mulattiere oppure tracciarne di nuove. E quando scriviamo “nostre” lo facciamo non a caso – dato che, sollecitati dalla e mail di cui sopra, abbiamo deciso di coinvolgervi nel tentativo di tracciare una sorta di mappa della cementificazione di vecchie strade agrosilvopastorali, trasformate spesso in funzione di utilizzi ben diversi da quelli originali.

Cominciamo allora con la pubblicazione dei primi interventi di lettori di VN, proprio su questo delicato argomento:

DA PRIMALUNA
Ho letto con interesse la testimonianza e concordo con il lettore che ha segnalato l’uso scriteriato del cemento sulle mulattiere della Valsassina. Ho pensato la stessa cosa percorrendo il percorso che da Primaluna conduce al rifugio Riva sulla Grigna. La cementificazione è paurosamente recente (solo lo scorso autunno non era così pervasiva come oggi) e copre praticamente l’intero tracciato, lasciando all’originale acciottolato solo due tornanti in prossimità dell’arrivo a monte.

Questo triste fenomeno pareggia in pratica la cementazione che già da anni ci scoraggia a percorrere la salita da Baiedo, per evitare il traffico di servizio all’Alpe Nava.

Mi chiedo come si possa deturpare così impunemente il territorio, creando un’impronta violenta e indelebile al già fragile equilibrio della Grigna e delle Orobie, che si difendono a stento dalla pressione della civilizzazione urbana. In anni in cui non si parla che di sostenibilità e di ridurre l’impatto delle attività umane sull’ambiente naturale. Oltre a ciò, danneggiando il turismo, così importante per la valle: dubito che in Trentino si sarebbe potuto agire allo stesso modo.

Col cemento si saranno risparmiati sicuramente diversi euro. Ma quale sarà il costo di queste opere per la comunità della valle e per la Grigna?

Grazie
C. M.


DA PREMANA

Segnalo per la vostra inchiesta sulle strade ASP cementate, i lavori di manutenzione straordinaria attualmente in esecuzione sulla strada Agro Silvo Pastorale per l’Alpe Premaniga.

Strada che con regolamenti di transito comunali di ispirazione feudale permette, con le spese a carico della collettività, ai privilegiati proprietari di raggiungere agilmente gli edifici residenziali delle seconde case del nucleo montano, storicamente destinate a supporto di attività agricole, trasformate oggi in comode abitazioni di villeggiatura.

G. D.

DALL’ARCHIVIO:

IL LECCHESE ”VIENE GIÙ”. COLDIRETTI: TROPPO CEMENTO, 1000 FRANE IN 6 ANNI

“In soli sei anni – affermava il presidente della Coldiretti interprovinciale Fortunato Trezzi già nel 2013– si sono verificati ben 2.944 eventi franosi o di smottamento, ovviamente di diversa entità, in provincia di Como e 1.074 in quella di Lecco. Numeri significativi, che evidenziano l’importanza di tutelare il territorio montano e il ruolo delle imprese agricole che, lì operando, svolgono un’importante azione di mantenimento e presidio”…

UNA VICENDA “PARALLELA”

LA LETTERA/TAGLIANO SEMPRE PIÙ IL BOSCO CON LA MAIUSCOLA

Nei prossimi giorni, su Valsassinanews altre testimonianze dei nostri lettori sul caso delle “mulattiere asfaltate”.

RedAmb

L’INTERVENTO CHE HA SUSCITATO L’INCHIESTA:

LA LETTERA: “IN VALSASSINA SEMPRE PIÙ CEMENTO PER RIABILITARE VECCHIE MULATTIERE O TRACCIARNE DI NUOVE”

 




VIDEO: RIFIUTI SOTTO LE ANTENNE

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

COME CONSIDERI L'ATTUALE 'VERSIONE' DEL COVID?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

giugno: 2021
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930