SCI/L’INTERVISTA. ASJA ZENERE: “UN CALCIO ALLA SFORTUNA, VOGLIO LA TOP15”



BARZIO – Dopo i lunghi e intensi allenamenti estivi gli atleti del circo bianco sono pronti alla partenza della stagione agonistica di Coppa del Mondo di sci alpino edizione 23/24. Sabato 28 ottobre sarà offerto il classico “aperitivo” con il prologo austriaco nel gigante di Solden. Al via nel settore donne anche due nostre atlete: la ragazza di Ballabio Roberta Melesi e la vicentina, ma barziese d’adozione, Asja Zenere.

Zenere che rientra alle gare dopo la brutta botta subita alla testa lo scorso marzo quando in allenamento sulle nevi svedesi di Are cadde malamente. Un impatto particolarmente traumatico, come rivela la stessa atleta: “Fortunatamente ora è tutto in regola, sto bene ma il colpo che riportai fu davvero tremendo, visto che si ruppe anche il casco e per un mese la mia percezione a livello uditivo fu molto ridotta”.

Un episodio da mettere da parte, insieme ai vari infortuni patiti nel corso della carriera.
Assolutamente sì, in questo senso posso dire di avere già dato. Comunque fa parte del gioco e uno ne è consapevole. Ora come detto sto bene, ci siamo allenati con grande scrupolo e tenacia, prima in estate con il lavoro a secco e poi in Argentina sulla neve. Vi erano in programma anche della gare ma io ho preferito non correre, volevo preparare al meglio l’esordio di Solden”.

A proposito: obiettivi stagionali?
Cercare di ottenere sempre la qualificazione nelle gare di gigante (Ndr, corrono la seconda manche i primi trenta) e ottenere il massimo in supergigante. La nostra prima uscita a fine mese  sarà una cartina tornasole, da lì avrò delle indicazioni sul mio reale stato di forma. Per noi atleti questa gara riveste sempre un importanza fondamentale sull’immediato futuro”.

La speranza è entrare costantemente nelle 15 al mondo, facendosi rispettare sia in gigante che superG…
Sarebbe un traguardo fantastico, lavorerò molto in questa direzione cimentandomi pure in Coppa Europa e gare Fis. Competizioni che mi aiuteranno ad abbassare i punti di gigante e avere un pettorale migliore anche nelle prove di Coppa del Mondo”.

Un’altra stagione dunque sta iniziando. Tante le speranze e gli obiettivi anche se lei preferisce da sempre vivere alla giornata. Assalto alle big rimandato?
Sfidare e dare battaglia a gente del valore delle straniere, ma anche restando in casa Italia a Brignone, Goggia, Curtoni eccetera non è facile. Quando ti presenti al cancelletto lo fai per ottenere il miglior tempo, direi che lo pensano tutte anche se sei conscia che sia quasi impossibile poterlo realizzare. Però deve essere così, per fare risultati importanti serve tanta grinta, consapevolezza nei propri mezzi e tanta autostima, per non avere almeno il rammarico di non avere dato tutta te stessa in gara”.

Una Zenere determinata quindi…
Grinta e determinazione sono da sempre i miei cavalli da battaglia, la pista va aggredita a me non piace subirla, sciare su tracciati molto tecnici e ghiacciati, dove lasciar correre gli sci fa parte del Dna italico”.

Nonostante la sua ultima disavventura, usando un gergo motociclistico: giù la testa e gas a martello?
Certo, per noi sciatori ma direi sportivi in generale l’inconveniente è dietro l’angolo ma bisogna superare questi complessi, in caso diverso sarebbe meglio non gareggiare. Qualche strascico potrebbe restare visto che siamo esseri umani, tuttavia ribadisco il concetto: almeno personalmente non vedo l’ora di dare un bel calcione alla sfortuna. Ho già dato, adesso la ruota deve girare nella giusta direzione, questo è poco ma sicuro. Io sono ottimista, lavorando bene e impegnandomi al massimo delle mie risorse mi auguro possa davvero raccogliere delle belle soddisfazioni”.

Magari fotocopiando il fantastico 11esimo posto conseguito lo scorso anno nel gigante del Sestriere vinto da Marta Bassino?
Sarebbe tanta roba, chissà… Però non voglio anticipare i tempi, viviamo serenamente giorno dopo giorno. Per arrivare così in alto serve che tante cose si vadano ad incastrare ognuna nel proprio ingranaggio. Io me lo auguro, vedremo se sarò in grado di ripetere quello che è il mio miglior piazzamento in Coppa del Mondo”.

Alzando l’asticella si centra la Top 10, altro traguardo importante…
Certo, tuttavia preferisco pensarci nel caso in cui i tempi diventassero maturi nel corso della stagione. Lo ripeterò sino alla noia: lavoriamo serenamente senza montarci la testa o volare con la fantasia, solo così potrò ottenere dei risultati mi auguro apprezzabili”.

Alessandro Montanelli

 

LEGGI ANCHE

SCI ALPINO. MELESI E ZENERE IN RITIRO CON LA SQUADRA DI COPPA DEL MONDO

 

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

LA VALLE ACCOGLIE AL "MEGLIO" TURISTI E VILLEGGIANTI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

ottobre 2023
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK