DOPO IL NO ALL’UNIONE COMUNI INTROBIO PROPONE LA FUSIONE CON PRIMALUNA



Airoldi ha detto di non voler provocare, ma di voler adeguarsi alla realtà e, se Primaluna accetterà di “fusionarsi” coi cugini introbiesi, verrà avviato l’iter per arrivare ad un Comune unico che dovrà però avere il parere favorevole dei cittadini con un referendum. Le fusioni di Comuni consistono nell’accorpamento di più paesi in un unico e nuovo ente. La possibilità di istituire un nuovo Comune attraverso la soppressione o l’accorpamento di Comuni preesistenti è prevista dalla Costituzione che all’articolo 133 prevede che “La Regione, sentite le popolazioni interessate, può con sue leggi istituire nel proprio territorio nuovi Comuni e modificare le loro circoscrizioni e denominazioni”.

L’idea della fusione non è dispiaciuta ai presenti in aula, compresi i consiglieri della minoranza, ma la domanda sorge spontanea: Primaluna è al corrente della proposta? Ci sono stati dei contatti preliminari tra le amministrazioni? Il vicesindaco di Primaluna Gabriele Redaelli contattato via Whatsapp ha letto la nostra domanda ma non ha risposto. Come ha detto Airoldi in consiglio “Staremo a vedere cosa dice Primaluna”.

 

 

I "SONDAGGI" DI VALSASSINANEWS

DROGA IN VALLE, SUFFICIENTE LA RETATA IN ALTOPIANO?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK