TARTAVALLE, UN’ASTA PER PAGARE GLI STIPENDI A DUE EX DIPENDENTI



Il 10 giugno dalle 9 del mattino, alle Terme di Tartavalle, non si acquisteranno birra o acqua, ma computer, stampanti, portatili, gruppi di continuità, friggitrici (vedi lista sotto), insomma attrezzature pignorate all’azienda per pagare gli stipendi arretrati di due dipendenti assunti all’inizio dell’attività, quando si prospettava un progetto da far decollare a Taceno: una industria di acqua minerale e di birra, sulle tracce di quella esistente nello stesso luogo all’inizio del Novecento.

Inutile capire che cosa sia andato storto, l’asta è l’epilogo della vicenda di due lavoratori, Calimero Paroli e Simone Brusadelli, aio quali non è stato corrisposto lo stipendio per un anno. Questo è ciò che ha accertato il Tribunale di Lecco, dopo un batti e ribatti di denunce incrociate.

La storia ce la raccontano i due lavoratori protagonisti della vicenda approdati a Tartavalle nel momento di avvio dell’attività.

"Il tutto è iniziato dopo aver letto nella stampa locale la notizia della riapertura delle terme di Tartavalle, essendo noi alla ricerca di un lavoro di soddisfazione, abbiamo contattato la società dando la nostra disponibilità a lanciarci nel progetto interessante ventilato e pubblicizzato.
Avremmo messo a disposizione la nostra esperienza pluriennale nel campo della produzione di acqua minerale e bibite (18 anni e 13 di lavoro presso Norda come responsabile di manutenzione e responsabile qualità) ed abbiamo rischiato la nostra sicurezza economica per inseguire un sogno di sviluppo valsassinese
".

Lasciano le proprie rispettive occupazioni sicure e partono mettendoci, come loro stessi raccontano, "cuore ed anima". La prima fase, quella realizzativa, va via liscia; "Centrando gli obiettivi economici e produttivi a noi assegnati". Nessuno in quel momento poteva immaginare che un giorno si sarebbe arrivati a un pignoramento e a un’asta.
Se la produzione viaggia il venduto non decolla, i magazzini si riempiono. L’acqua in vetro è un mercato particolare, difficile, perché nella grande distribuzione (super e ipermercati) sono le confezioni in plastica ad andare per la maggiore. "Il periodo di start-up distributivo diventa più lungo del previsto. Ormai eravamo in ballo e davanti a queste prime difficoltà ci siamo rimboccati le maniche impegnandoci anche in lavori che non ci competevano (facchinaggio, trasporto del prodotto finito e promozione tramite la partecipazione a fiere e manifestazioni di settore oltre l’orario di lavoro e anche nei week-end). Abbiamo accettato di aiutare la società aspettando di riscuotere il nostro stipendio per andare avanti". Solo che dopo 3-4 mesi, Paroli e Brusadelli cercano di farsi pagare, nel frattempo a condurre la società si alternano alcuni soci, viene nominato un direttore generale "che sovrintende 3 dipendenti, 2 dirigenti e 13 soci".

La nuova figura propone il rientro del debito in modo vincolato: "Avremmo ricevuto uno stipendio arretrato ogni mese lavorato in più. Abbiamo rifiutato in quanto stavano comparendo incertezze nel futuro, era infatti appena saltato un accordo con una grossa catena di distribuzione a livello nazionale che aveva le potenzialità per rilanciare il progetto". A quel punto i due tecnici avanzano 13 mensilità arretrate. "Non ci sono stati corrisposti nemmeno i rimborsi IRPEF dovute dalla dichiarazione 730", aggiungono.

Alla fine, i due lavoratori si licenziano a seguito della promessa di venire infine saldati. Dopo tre settimane di ferie forzate, non vedendo ancora nulla passano alle vie legali.  Il tribunale dà loro ragione. L’azienda subisce due decreti ingiuntivi e la condanna a pagare le spese legali.
Tartavalle concorda una dilazione del pagamento in 6 rate a partire dal 10 gennaio 2015, ma ancora i soldi ancora non arrivano, infine ecco il decreto ingiuntivo del Tribunale di Lecco RGE n. 1263/14 a seguito del pignoramento mobiliare e l’asta che si terrà con l’organizzazione dell’Istituto delle Vendite Giudiziarie dei Tribunali di Como e Lecco.

Dopo questa disavventura Paroli e Brusadelli, grazie alla loro professionalità, pur in un momento di crisi sono riusciti a ricollocarsi. Per loro rimane comunque l’amarezza: "Ci sentiamo imbrogliati e sfruttati, purtroppo resterà per sempre la ferita". 
 

Ecco la lista delle cose che andranno all’asta mercoledì 10 giugno prossimo, il cui valore complessivo coprirà solamente una parte del credito.

Auto PANDA VAN
1000
 
Furgone Cassonato con ribaltabile FORD Transit
2000
 
cella frigorifera Frigo Box
5000
 
2 Unita di soccorso UPS marca APC
150
 
Torrino aspirazione centrifugo
150
 
Pc Desktop HP con Video Samsung e periferiche
300
 
arredamento cucina in acciaio inox composto da:
 
 
Piano cottura Off.Bano 6 fuochi e Forno elettrico
 
 
2 tavoli da lavoro
 
 
mobile con scorrevole lavello con miscelatore
 
 
Cappa aspirante Off Bano
1500
totale
2 Computer portatili HP PRO BOOK 4530 S
400
 
1 Computer portatili HP 650
200
 
2 Lettori barrecode HONEYWELL
1000
 
caricabatterie per barrecode
100
 
stampante Zebra per etichette adesive
300
 
2 Access point per rete ethernet
1000
 
Impianto di spinatura birra inox 8 erogatori
1200
 
2 Polentiera ( 70 porzioni + 150 porzioni)
800
 
stampante laser brother MCF all-in -one
300
 
2 TV color 40"
500
 
auto clave PBI
1500
 
Affettatrice OMEGA
100
 
Lavastoviglie OMNIWASH
200
 
Frigo cucina e freezzer verticali SAGI
600
 
Saldatrice TIGER 170 DC
1500
 
Compressore aria BOTTARINI KSA 11
2000
 
decespugliatore ZENOAH
300
 
185 Fusti inox 20 lt
3700
 
Attrezzatura da laboratorio
250
 
Vetreria da laboratorio
200
 
3 Tavoli e 1 lavandino inox
700
 
3 carrelli 4 ruote 2 ripiani per servizio
100
 
48 Ceste ferroripiegabili 100×120 cm
1440
 
Taglierina a nastro Metalorizontal
100
 
trapano a colonna VALEX TR16
100
 
2 Bilance laboratorio
300
 
Agitatore laboratorio
100
 
4 Avvolgitubi inox
400
 
2 frigor a pozzetto
400
 
Ph metro
300
 
Contalitri infustamento ISOMAG
1000
 
50 scaffalature magazzino H 5,7mt L2,4 mt
1500
 
pompa lobi inoxpa
1000
 
valvola 2" pneumatica Inox
150
 
inverter schneider 2×380 v 0,75 Kw
80
 
3 Campane filtrazione inox Millipore
3000
 
portafiltro inox polmonatura serbatoio
200
 
Strumenti ABB :
 
 
Misuratore Portata FEH 311
 
 
Misuratore conducibilità e temperatura AX 400
 
 
Registratore digitale SM100
2000
totale
Friggitrice Fri Fri 2 vasche
100
 
 

DAL NOSTRO ARCHIVIO:

  
 

TARTAVALLE SI RIPARTE IL 19 MAGGIO

Scritto da: Diego Invernizzi – 26/04/2012

Slittata di poco la data per la ripartenza degli impianti di imbottigliamento delle famose Terme di Tartavalle, l’appuntamento è fissato per il 19 maggio quando ci sarà la presentazione alle autorità. Grande festa aperta al pubblico con degustazione sabato 30 giugno

 

 ARTICOLI NEL WEB

Il Giorno – Lecco – Le terme di Tartavalle rivivranno

www.ilgiorno.it/lecco/2009/…/167006-terme_tartavalle_rivivranno.shtml

22 apr 2009 – Così Marisa Fondra, sindaco di Taceno, parla dei progetti di riqualificazione delle terme di Tartavalle a cui il Comune ha dato via libera …

Taceno, l’apertura di Tartavalle – La Provincia di Lecco

 www.laprovinciadilecco.it/…/taceno-lapertura-di-tartavalle_8175_14/?…

Taceno, l’apertura di Tartavalle Fotografie Monza.

Taceno: storia e leggenda lanciano la fonte di Tartavalle …

www.laprovinciadilecco.it/…/289935_taceno_storia_e_leggenda_lancian…

20 mag 2012 – Tutti i dettagli nel servizio su "La Provincia di Lecco" in edicola lunedì 21 maggio. … L’inaugurazione del complesso delle terme di Tartavalle.

Valsassina, riaprono le terme di Tartavalle – InInsubria

www.ininsubria.it/valsassina-riaprono-le-terme-di-tartavalle~A1104

09 ago 2009 – Il centro di benessere, chiuso da anni, verrà ricostruito. Progetto approvato dalla Provincia di Lecco. Il sindaco di Taceno: Occorre rilanciare il …

Via libera per l’acqua minerale, avanza il progetto di Tartavalle

www.gmsistemi.net/index.php?…progettotartavalle

28 nov 2009 – Il ripristino dell’attività di imbottigliamento con obiettivi la commercializzazione dell’acqua Antica fonte di Tartavalle e dell’acqua Grotto può dirsi …

 

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COMUNITÀ MONTANA, CHE FINE HA FATTO ?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

STRADE VUOTE, LA VALLE ‘RISPETTOSA’

METEO VALSASSINA




VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO