BOCCONI AL VELENO A MOGGIO. LA MORTE DI REX DENUNCIATA AI CARABINIERI



MOGGIO – Un fatto increscioso è accaduto questo fine settimana a Moggio. Una di quelle cose che non si verificano da tempo, e di cui certo non si sentiva la mancanza. Rex, il cane di Carlo Combi, responsabile del gruppo di protezione civile comunale del paese, è stato avvelenato.

“Il tutto è cominciato venerdì scorso – racconta Combi – quando l’animale è sembrato meno attivo del solito. Ho subito interpellato il veterinario, il quale ha detto che probabilmente era un virus in circolazione in questo periodo, e che nel giro di tre giorni Rex si sarebbe ristabilito. E parlando in paese altre persone avevano riscontrato sintomi simili nei propri animali in questo periodo. Il tutto è sembrato quindi normale. Purtroppo lunedì mattina invece che riprendersi Rex sembrava più abbattuto della settimana prima. Inutile la corsa dal veterinario, che dopo alcune infruttuose diagnosi non ha potuto che constatare la più improbabile, e impensabile, delle ipotesi: l’avvelenamento.

Purtroppo Rex era già in ipotermia – conclude il racconto Carlo Combi-, la dose massiccia di veleno somministrata aveva già fatto effetto e gli organi interni danneggiati in modo irrecuperabile. L’unica cosa rimasta da fare era evitare ulteriori sofferenze al povero animale”.

Alla famiglia Combi rimane l’incredulità e il dolore per la perdita di un animale che era con loro da dieci anni. E rimangono gli interrogativi: come è possibile che sia successo? L’animale stava sempre nel giardino di casa, ed usciva solamente accompagnato da Carlo legato ad un guinzaglio corto, quindi è da escludere che possa aver mangiato qualcosa di avvelenato nei boschi dove andava giornalmente. E allora cosa? Il preparativo per un furto? O un vile gesto per colpire indirettamente la famiglia o un suo membro? O ancora lo spettro del serial killer che girava per Moggio negli anni ’90, e che in un giorno riuscì ad uccidere fino a dieci animali con bocconi avvelenati?

Certezze purtroppo non ce ne sono, se non la denuncia sporta ai Carabinieri, sia nell’evenienza dei potenziali furti che in quella di bocconi abbandonati che potrebbero colpire altri animali, o anche peggio. E in paese tutti si chiedono chi possa aver architettato una così deplorevole azione, proprio negli stessi giorni in cui la comunità preparava i festeggiamenti per gli ottanta anni di don Agostino.

C’è da dire che negli ultimi mesi purtroppo casi come questo si sono già sentiti. Anche a Lecco, ad esempio, in alcuni parchi tra cui quello di via Belvedere, sono stati segnalati bocconi avvelenati.

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

NAMELESS E SAGRA: PERDIAMO EVENTI IMPORTANTI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

aprile: 2016
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930