“A LEZIONE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA”: OGGI PARLIAMO DEL CONTENUTO DEL SACCO VIOLA



VALSASSINA – Negli ultimi giorni le amministrazioni di due Comuni (Primaluna e Cortenova) sono state costrette ad aumentare le tariffe della raccolta e smaltimento rifiuti per far fronte alla spesa di questo servizio. La colpa a quanto pare è della non precisa differenziazione da parte della popolazione, che farebbe lievitare i costi di smaltimento e trasporto dei rifiuti. “Manca la cultura della raccolta differenziata” urlano in tanti, noi diciamo che quello che manca è l’informazione giusta.

Per questo proponiamo da oggi alcuni articoli nei quali, prendendo spunto dei dati pubblicati sul sito di Silea, spieghiamo dettagliatamente cosa mettere in ogni tipo di sacco che fa parte della raccolta differenziata.

Nella prima puntata parliamo di cosa ci va o no nel sacco viola indicando gli oggetti che finiscono nella frazione secca e cosa non ci va nel sacco viola e che automaticamente dovrà finire nel sacco trasparente (raccolta indifferenziata)

SACCO VIOLA: COSA BUTTARCI DENTRO

Cosa va dentro al sacco viola? Iniziamo dalla lettera A e vediamo che le agende di carta e cartoncino ma anche l’alluminio finiscono nel sacco della frazione secca. blister pastiglie

Con la B abbiamo i barattoli, i bicchieri in plastica puliti, i bicchieri usa e getta per il caffè anche questi puliti, i blister per pastiglie, le bombolette spray (panna, schiuma di barba), le bottiglie in plastica per bevande, i brick per latte e succhi in tetrapak, le buste per alimenti pulite e le buste per la spesa. 

I calendari aprono l’elenco dei rifiuti che vanno nel sacco viola con la lettera C, anche la carta alluminio pulita finisce nel “viola”, la carta da pacchi, quella del pane, la carta stagnola, la carta però non deve essere ne unta ne bagnata. 

tubo dentifricioIl cartone ondulato va nel sacco viola, anche i cartoni piegati, la carta velina, il cellophane, i contenitori per cibo in cartone, i contenitori per l’igiene in plastica, quelli dello yogurt se sono puliti, i coperchi in plastica e pure i coperchi dello yogurt in carta stagnola – a loro voltapuliti.

Con la D nel sacco viola vanno i tubetti di dentifricio, i depliant non plastificati e i diari scolastici. Con la F invece finiscono nel sacco viola i flaconi di detersivi e dello shampoo, i fogli pubblicitari e le fotocopie. 

I giornali cartacei vanno buttati nel sacco della frazione secca, così come gli imballaggi in alluminio e quelli trasparenti per riviste.

Le lattine di olio, alimenti e bevande varie fanno parte insieme ai libri (senza la copertina plastificata) degli oggetti che iniziano con la L e finiscono nel sacco viola. 

Pellicole di cellophane pulite piatti di plastica, di carta usa e getta (puliti) insieme alla plastica degli imballaggi vanno nel sacco viola insieme al polistirolo pulito. vashetta uova uno

Con la Q abbiamo i quaderni non plastificati e i quotidiani, così come le riviste sempre non plastificate. I sacchetti di plastica, le buste in carta, i sacchetti di nylon e quelli per congelatore puliti sono gli oggetti che iniziano con la S e finiscono nel viola. Anche gli scatolami come il tonno, i pelati e altri sempre che siano puliti vanno nel sacco viola. 

I tabulati di carta, i tappi in metallo, in alluminio e il tetrapak sono da buttare nel sacco viola. Le vaschette di gelato in polistirolo pulite e le vaschette portauova in cartone sono da buttare nella sacco viola, anche le vaschette portauova in plastica, i vasetti di yogurt (sempre puliti) e i volantini e pieghevoli pubblicitari vanno nel sacco viola.
,

COSA NON VA NEL “VIOLA” MA NEL SACCO TRASPARENTE INDIFFERENZIATO 

Tra le cose che non sono da mettere nel sacco viola ci sono gli adesivi, le agende di materiali diversi come pelle e plastica, gli assorbenti, i batuffoli in cotone, le biro, le borse in pelle, tela e nylon.

Nemmeno i bottoni vanno nel sacco viola, vietato buttare le calze di nylon, le cards plastificate, la carta argentata delle uova di pasqua o quella assorbente per alimenti.

cerottiLa carta di forno e quella lucida da disegno non vanno buttate nel sacco viola, nemmeno la carta vetrata ne le cassette audio, cd e dvd.

I cerotti e le vecchie ciabatte non devono essere messi nel sacco viola, così come le copertine plastificate o il cotone idrofilo. Le cover dei cellulari non vanno nel viola, nemmeno i dischi o i cuscini ed elastici. Evidenziatori, i faldoni per ufficio senza anelli, i fazzoletti di carta, i fiori finti, i floppy disc, le fotografie, garze, giocattoli, le gomme da cancellare, la gomma piuma, ma anche le grucce appendiabiti di plastica o i guanti di gomma vanno nel sacco trasparente indifferenziato e non nel sacco viola.

Lastre mediche o radiografie, matite, mozziconi di sigarette, nastri audio e video, nastri per regali, nastro adesivo da pacco, negativi fotografici, occhiali, oggetti di gomma vanno tutti nel sacco trasparente e non in quello viola. ù

Gli oggetti in plastica rigida, gli ombrelli, l’ovatta, i palloni da gioco, i pannolini, i peluche, penne e pennarelli, i pettine, il polistirolo sporco, le posate in plastica usa e getta e perfino i profilattici vanno buttati nel sacco trasparente indifferenziato e non nel sacco viola.

I resti di lana, i sacchetti dell’aspirapolvere, le salviette umidificate, le scarpe, le schedine del lotto, gli scontrini fiscali, gli scopini del water, i ritagli di stoffa e gli stracci vanno nel sacco trasparente indifferenziato.

Gli stuzzicadenti, i tappi in sughero, i tessuti, i vasi in plastica, le videocassette, gli zainetti, le zanzariere e gli zerbini finiscono tutti nel sacco trasparente e non in quello viola.

fonte: SILEA

 

,
Fernando Manzoni

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

COMUNITÀ MONTANA, COSA T'ASPETTI DAI NUOVI VERTICI?

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

aprile: 2016
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930