INTERROGATO MOUTAHARRIK. L’AVVOCATO: “LE SUE SOLO FANFARONATE AL TELEFONO, ERA PREOCCUPATO PER LA POPOLAZIONE”



MILANO – “Vedevo le immagini dei bambini martoriati e volevo andare in Siria per aiutare la popolazione, non per arruolarmi nell’Isis”. Queste le parole di Abderrahim Moutaharrik, il lecchese sospettato di legami con lo Stato islamico e quindi arrestato insieme alla moglie e ad altri quattro sospetti terroristi.

Oggi Moutaharrik è stato interrogato dal gip della Procura di Milano Manuela Cannavale e come riferito dal suo avvocato difensore il pugile di Valmadrera e la moglie non avevano intenzione di organizzare attentati in Italia, dove viva da quando era bambino. “Le mie sono solo fanfaronate al telefono” avrebbe riferito all’avvocato.

LEGGI TUTTO SU LECCO NEWS

 

 

 




I "TEST" DI VALSASSINANEWS

LE CENTRALINE IDROELETTRICHE SUI NOSTRI CORSI D'ACQUA

Vedi risultati

Loading ... Loading ...

METEO VALSASSINA




IN VOLO VERSO LA VALSASSINA

VN SU FACEBOOK

LE NEWS DI VN GIORNO PER GIORNO

maggio: 2016
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031